/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 02 novembre 2021, 08:13

Valsavarenche: In vendita la seggiovia di Payel

Stazione e pista di Degioz

Stazione e pista di Degioz

Chusi dal 2017 l'impianto e le piste che serviva, con ricavi ridotti al lumicino e un costo di esercizio della seggiovia di 120.000 euro l'anno circa.

Poi ci si è messo pure il riscaldamento globale, con sempre meno neve naturale e temperature troppo alte. Dopo aver alzato bandiera bianca tre anni fa, il Comune di Valsavarenche, nel cuore del Parco nazionale del Gran Paradiso, prova a vendere la seggiovia di Payel. È stata indetta un'asta pubblica: saranno vendute la seggiovia con tutte le sue componenti elettromeccaniche. L'acquirente avrà l'obbligo di "eseguire opere accessorie di ripristino dello stato dei luoghi" e di "sistemazione dei terreni a seguito dello smontaggio della seggiovia".

Il prezzo a base d'asta è di 119.838,96 euro, sulla base di una perizia dell'ingegner Renato Dannaz: la seggiovia vale 141.230,50 euro, ma vanno sottratti 21.391,54 euro per la rimozione degli otto piloni e il ripristino del versante. La seggiovia è stata costruita nel 2008 ed era in grado di trasportare 1.004 sciatori l'ora; è una biposto ad ammorsamento fisso, che ha sostituito un precedente skilift. È "perfettamente funzionante e risulta in buono stato di manutenzione" e ha funzionato per un totale di 3.711 ore; la perizia aggiunge che "dall'ultimo esame magneto-induttivo effettuato alla fune portante-traente non risulta alcun filo rotto o difetto degno di nota".

L'offerta al rialzo, in un "plico sigillato con ceralacca o nastro adesivo sui lembi di chiusura" vanno consegnate entro le 12 di venerdì 26 novembre al Comune di Valsavarenche, in località Dégioz.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore