CULTURA - 24 ottobre 2021, 19:07

'Condensa' di Sacchetti e Giromini, ovvero cercare se stessi per trovare il mondo

'Condensa' di Sacchetti e Giromini, ovvero cercare se stessi per trovare il mondo

Si potrebbe certamente definire frettolosamente 'poetica crepuscolare', ma sarebbe riduttivo, fuorviante.

'Condensa' - opera per immagini e parole ideata e realizzata dal 62enne artista e docente aostano Massimo Sacchetti e dal 67enne genovese Ferruccio Giromini,  giornalista, regista, critico, storico dell'immagine e senza dubbio poeta - è anche qualcosa che fa luce, capace di rischiarare un cammino.

Le 40 pagine che compongono l'elegante volume edito da Gentilefamilia narrano,  prosa-poesia scritta e disegnata, un'indagine che destruttura le pesantezze dell'anima e che mira a scoprire 'chi' e 'perchè' siamo, tema sì crepuscolare e bandiera (nera) dell'underground ma soprattutto religiosamente e filosoficamente universale.

Un'indagine complessa che affonda nella neve, circondata da corpi di animali e volti di persone che si susseguono nelle tavole, che si nutrono dei dubbi e delle scoperte di un io narrante in continuo mutamento.

Fino allo svelamento finale, ovvero che le risposte alle domande che assillano l'uomo dal giorno della sua comparsa sulla Terra altro non sono che ulteriori, assillanti, domande.

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

SU