/ ECONOMIA

ECONOMIA | 24 ottobre 2021, 08:00

Turismo organizzato “Servono misure concrete”

La Federazione Turismo Organizzato (FTO-Confcommercio) ha lanciato un appello ai sindaci delle città d'arte per attivarsi con azioni concrete a supporto degli operatori, come sgravi sugli ingressi in Ztl per i pullman turistici o interventi sull'imposta di soggiorno

Franco Fattinoni, presidente FTO-Confcommercio

Franco Fattinoni, presidente FTO-Confcommercio

L’estate appena passata è andata oltre ogni aspettativa e il settore sta attraversando un periodo di grande ripresa, tranne per le città d’arte. Infatti secondo i dati Isnart-Unioncamere (per la ricerca completa visita il seguente link PDF) il comparto ha registrato un calo del turismo internazionale pari al 60% rispetto al 2019.

“Rimane il buco nero gigantesco - ha commentato il presidente della Federazione del turismo organizzato, Franco Gattinoni - degli arrivi e delle presenze extra Ue. Si tratta di ricchi mercati come quello cinese, giapponese, americano o russo che sono completamente mancati”.

A fronte di questa situazione le imprese del settore hanno lanciato un appello ai sindaci delle città per attivarsi con azioni concrete a supporto degli operatori, ad esempio attraverso sgravi sugli ingressi in Ztl per i pullman turistici o interventi sull’imposta di soggiorno. Quest’ultima in particolare “valeva addirittura - ha spiegato Gattinoni - 600 milioni annui prima della pandemia e raramente è stata utilizzata come prelievo di scopo da reinvestire in modo virtuoso sullo stesso sistema dell’accoglienza”. Secondo la Federazione l’imposta di soggiorno si è trasformata in una vera e propria tassa sul turismo utilizzata dai Comuni per colmare i buchi di bilancio.

“Ora è il momento di lavorare, tutti insieme, per un vero rilancio del Paese”, ha concluso il presidente Gattinoni.

******

Nel Sistema Confcommercio Imprese per l’Italia esistono molte Associazioni che si occupano di turismo alcune delle quali operano a livello territoriale e/o nazionale. Le aree di attività spaziano dalla produzione alla distribuzione di servizi di viaggio individuali e/o per gruppi, leisure o business.

Fto nasce allo scopo di raggruppare queste Associazioni mantenendo vive immagine e tradizioni favorendo  condizioni sinergiche e virtuose.

Il comune denominatore della visione 3.0 di Fto è mettere al centro dei propri obiettivi il Viaggiatore (leisure e/o business) partendo dal presupposto che qualsiasi impresa ha ragione di esistere se ha un mercato a cui offrire i propri prodotti/servizi e qualsiasi mercato esiste se vi sono Consumatori che alimentano la domanda.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore