Consiglio Valle - 23 ottobre 2021, 09:10

Sì della Commissione al disegno di legge sui nuovi aiuti anticrisi Covid

Una seduta della Seconda Commissione (immagine di repertorio)

Una seduta della Seconda Commissione (immagine di repertorio)

Nonostante l'abbandono dei lavori da parte dei gruppi di opposizione di Lega VdA e Pour l'autonomie, ieri la Seconda commissione consiliare regionale "Affari generali" ha espresso parere favorevole all'unanimità alla proposta di legge sul rifinanziamento degli aiuti anticrisi Covid.

"Pur comprendendo le posizioni dei colleghi che hanno lasciato l'aula- ha riferito il presidente della commissione, Antonino Malacrinò (PcP) - vista l'urgenza e l'importanza di questo provvedimento, abbiamo comunque ritenuto opportuno di proseguire i lavori con l'audizione dell'assessore allo sviluppo economico, Luigi Bertschy, accompagnato dai coordinatori competenti, dimostrando la piena operatività della Commissione".

Con l'approvazione di ieri, il disegno di legge che prevede aiuti per 16 milioni di euro da destinare alle aziende turistiche e alle famiglie meno abbienti sarà iscritto all'ordine del giorno del Consiglio convocato per lunedì 25 ottobre, "così come deciso dalla conferenza dei capigruppo- aggiunge Malcrinò- senza lasciare spazio a possibili azioni strumentali che avrebbero potuto bloccarne la discussione".

Ad illustrare il provvedimento in aula sarà il consigliere dell'Union Valdôtaine Roberto Rosaire.

I rappresentanti dell'opposizione avevano abbandonato i lavori della Commissione perchè, avevano detto "senza un chiarimento politico sulla spaccatura interna al Progetto civico Progressista-PcP, i lavori del Consiglio Valle non possono proseguire".
Già mercoledi scorso, i lavori dell'Assemblea erano stati sospesi dopo l'uscita dalla maggioranza delle due consigliere del Pcp Erika Guichardaz e Chiara Minelli, in contrasto con la volontà degli altri cinque consiglieri del gruppo di voler restare in maggioranza.

La questione aveva sollevato il problema della ricollocazione delle due consigliere uscenti nelle commissioni e della ridistribuzione dei voti, causando il blocco dei lavori consiliari e la convocazione di un consiglio straordinario previsto per lunedì 25 ottobre.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

SU