/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 23 ottobre 2021, 18:00

Domani domenica 24 ottobre saint Antoine-Marie Claret

L'ansietà è uno dei maggiori traditori che la vera virtù e soda devozione possa mai avere; finge di riscaldarsi al bene operare, ma non lo fa, se non per raffreddarsi, e non ci fa correre che per farci inciampare; e per questo bisogna guardarsene in ogni occasione, particolarmente nell'orazione; e per meglio riuscirci, sarà bene ricordarsi che le grazie ed i gusti dell'orazione non sono acque della terra ma del cielo, e che perciò tutti i nostri sforzi non bastano a far cadere, benché sia necessario il disporsi con grandissima diligenza sì, ma sempre umile e tranquilla: bisogna tenere il cuore aperto verso il cielo, ed aspettare di là la celeste rugiada. (San Pio di Pietralcina)

Domani domenica 24 ottobre saint Antoine-Marie Claret

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Domenica 24 ottobre
Cattedrale - ore 15.00
S. Cresime per le Parrocchie della Cattedrale e di Santo Stefano

Martedì 26 ottobre
Vescovado - mattino
Udienze

Mercoledì 27 ottobre
Santhià - ore 10.00
Direttivo Commissione presbiterale regionale

Venerdì 29 ottobre
Vescovado - mattino
Udienze

Aosta, Castello Gen. Cantore - ore 10.30
Partecipazione alla cerimonia di avvicendamento
del Comandante del Centro Addestramento Alpino

Sabato 30 ottobre
Donnas, Oratorio San Giovanni Paolo II - ore 9.00-13.00
Convocazione zonale dell'Assemblea diocesana (Zona 5)

Cattedrale - ore 15.30
S. Cresime per le Parrocchie di Avise, Arvier, Introd, Rhêmes-St-Georges, Valgrisenche, Valsavarenche e Villeneuve

Chiesa parrocchiale di Saint-Denis - ore 18.00
S. Messa per l'ingresso del nuovo parroco, don Andrea Marcoz

Domenica 31 ottobre
Chiesa parrocchiale di Diémoz - ore 11.00
S. Messa per l'ingresso del nuovo parroco, don Andrea Marcoz

Le Messager Valdotain ricorda saint Antoine-Marie Claret

La Chiesa celebra Sant' Antonio Maria Claret Vescovo e fondatore

Una figura del secolo XIX al cui nome è tuttora legata una congregazione religiosa diffusa in tutti i continenti, quella dei Missionari del Cuore Immacolato di Maria, detti appunto Clarettiani. Di origine catalana, appena ordinato sacerdote Claret si reca a Roma, a Propaganda Fide, per essere inviato missionario. Ma la salute precaria lo costringe a tornare in patria. Così per sette anni si dedica alla predicazione delle missioni popolari tra la Catalogna e le Isole Canarie. È tra i giovani raggiunti in questa attività apostolica che nasce l’idea della congregazione. Nel 1849 viene nominato arcivescovo di Santiago di Cuba. Morirà il 24 ottobre 1870.

Il sole sorge alle ore 7, 55 e tramonta alle ore 18,21

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore