/ CRONACA

CRONACA | 23 ottobre 2021, 08:48

Ore decisive per chiarire se e come Pino Betemps è stato assassinato

Ore decisive per chiarire se e come Pino Betemps è stato assassinato

Solo l'autopsia effettuata ieri potrà rivelare le cause e, si spera, le modalità della morte di Giuseppe 'Pino' Betemps, 72 anni, di Saint-Christophe, il cui cadavere in stato di decomposizione è stato trovato da un vicino di casa martedì mattina, con un cappio intorno al collo, nella cantina della casa dove la vittima abitava da diversi anni insieme al fratello 68enne Franco, gravemente disabile.

Anche Giuseppe era fisicamente malato ma era lui a provvedere alla sopravvivenza di quel familiare ancora più sfortunato di lui. Era Pino a recarsi quotidianamente ad acquistare viveri e beni di prima necessità; Franco non riusciva a badare a se stesso: a Saint-Christophe tutti lo vedevano quasi ogni giorno camminare per strada con un secchio pieno d'acqua, diretto da nessuna parte.

I fratelli Betemps vivevano in uno stato di disagio sociale evidente, circondati da vestiti vecchi, bottiglie di vetro, cassette e vecchi ferri arrugginiti. Pare che alcuni vicini si fossero offerti di aiutarli, così come l'Amministrazione comunale, ma che loro, o meglio Pino, avessero sempre rifiutato ogni intervento. 

Martedì mattina i vicini di casa erano intervenuti per prestare soccorso a Franco, notato denutrito e quasi privo di sensi sulla porta di casa. Era in stato di grande confusione e molto provato; di Giuseppe nessuna traccia: il vicino lo ha trovato poco dopo steso a terra in cantina, morto da giorni e con una corda attorno al collo.

I periti nominati dalla procura, che ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti, dovranno chiarire le cause del decesso, ovvero se davvero Pino è stato assassinato o se si è trattato di un suicidio. Oggi potrebbero essere già presentati i primi rilievi in Procura, la relazione finale, invece, è attesa per le prossime settimane.

Le indagini della Squadra mobile della questura aostana intanto proseguono a 360 gradi: dai rilievi effettuati dagli investigatori, non sono emersi ancora indizi utili a chiarire l'accaduto: nessun  segno che indichi un'azione suicidaria, nessun biglietto di addio.

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore