/ TRADIZIONI E CULTURA MONDO RURALE

TRADIZIONI E CULTURA MONDO RURALE | 15 ottobre 2021, 14:40

Attesi cinquemila spettatori alla Finalissima delle Batailles de reines

Alla finale regionale di domenica 24 ottobre sono attese in tutto 159 bovine, 156 qualificate nelle varie eliminatorie che si sono susseguite tra l'estate e l'autunno nei diversi comuni della regione e le tre reines che hanno vinto la finale regionale dello scorso anno

Attesi cinquemila spettatori alla Finalissima delle Batailles de reines

Sono attesi in numero stimato di cinquemila gli spettatori che, muniti di green pass, potranno assistere all'arena Croix Noire al quinto Confronto interregionale fra le bovine della Valle d'Aosta, del Canavese e delle Valli di Lanzo e al secondo Combats des deuxièmes veaux, in programma sabato 23 ottobre, oltre alla 64esima finale regionale des Batailles de Reines, in scena domenica 24 ottobre.

"L'arena essendo considerata impianto sportivo potrà essere riempita al 75% della capienza totale", ha affermato Roberto Bonin, presidente dell'associazione regionale Amis des Batailles de Reines (foto a lato), durante la conferenza stampa di questa mattina.

"Siamo molto felici di riportare le persone sugli spalti ad applaudire les reines preparate con tanta cura e professionalità dai nostri allevatori e dagli amici delle Valli di Lanzo e del Canavese", aggiunge Bonin ricordando che "come direttivo, a differenza di quanto avvenuto per le eliminatorie nei diversi comuni, dove il limite era di mille spettatori, abbiamo deciso di non trasmettere i tre eventi in diretta sul nostro canale Youtube, ma trasmetteremo delle immagini in differita". Il messaggio "che vogliamo lanciare- aggiunge- è di tornare ad applaudire in presenza le nostre reines e ritrovare il contatto diretto ed impagabile con il pubblico".

Fitto il programma della due giorni. Si parte sabato con il Confronto interregionale, a cui parteciperanno 61 bovine (36 valdostane, 14 della Valle di Lanzo e 11 del canavese), e il Combats des deuxièmes veaux, nato lo scorso anno nel segno della pandemia, a cui sono iscritti 29 capi. Al mattino le bovine verranno pesate e suddivise in categorie, seguiranno i sorteggi ad eliminazione diretta e la sfilata di presentazione di tutte le partecipanti al centro dell'arena, intorno a mezzogiorno.

"Le stalle saranno chiuse al pubblico per via delle restrizioni e così abbiamo pensato fosse importante presentarsi comunque agli spettatori", afferma Bonin, ringraziando anche i presidenti del comitato del Canavese, Igor Modina, e delle Valli di Lanzo, Fiorenzo Bendetto e tutti gli allevatori per la loro partecipazione.

Alla finale regionale della domenica sono attese in tutto 159 bovine, 156 qualificate nelle varie eliminatorie che si sono susseguite tra l'estate e l'autunno nei diversi comuni della regione e le tre reines che hanno vinto la finale regionale dello scorso anno.

Nonostante le difficoltà iniziali che hanno imposto uno slittamento del calendario dei combats in primavera, "un plauso va a tutto il direttivo che ha confermato la sua serietà nel predisporre dei protocolli e farli rispettare durante tutte le eliminatorie previste in calendario e a tutti gli spettatori e gli allevatori che hanno dato prova di grande civiltà rispettandoli", afferma l'assessore all'Agricoltura Davide Sapinet. Queste occasioni, aggiunge, "non devono essere solo una passerella domenicale ma un momento in cui la politica deve essere li a prendersi qualche critica e andare a dare qualche risposta".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore