/ ISTRUZIONE E FORMAZIONE

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | 06 ottobre 2021, 16:00

Ecole hôtelière de la Vallée d'Aoste 'gemellata' con Sion nel Progetto interreg S.T.A.G.E

Si tratta di scambi transfrontalieri alberghieri per la governance educativa. Il Progetto STAGE unisce dunque due realtà che lavorano nell'ambito della Formazione turistica: Ecole hôtelllière di Châtillon e Ecole Professionelle Commerciale et Artisanale di Sion

servizio fotografico di Daniela Arditi

servizio fotografico di Daniela Arditi

Il Consiglio di amministrazione della Fondazione per la formazione professionale turistica appena si è insediato nell’autunno 2019 ha fortemente voluto questo progetto per venire incontro alle richieste del mondo del lavoro: qualità della formazione e maggiore professionalità.

Per farlo ha cercato una modalità nuova che mettesse la scuola alberghiera di Châtillon a confronto con un’altra realtà. La volontà è stata di guardare verso i colleghi svizzeri perché in ambito di formazione turistica sono mondialmente riconosciuti come i migliori (basti pensare all’école Hotelière di Losanna, Glion, Le Roches…).

“Si è dunque pensato – spiega Jeannette Bondaz, Président Ecole hôtelière de la Vallée d'Aoste  - di incominciare un percorso nuovo di collaborazione con enti di eccellenza per poter migliorare la formazione attuale. Al contempo sono state attivate collaborazioni anche con le scuole alberghiere del Trentino per coniugare la qualità svizzera al contesto montano che accomuna tutti questi territori”.

Il Progetto STAGE unisce dunque due realtà che lavorano nell'ambito della Formazione turistica: Ecole hôtelllière di Châtillon e Ecole Professionelle Commerciale et Artisanale di Sion (Ch).

Il progetto prevede un percorso di internazionalizzazione finalizzato a favorire un miglior apprendimento linguistico e scambio culturale tra i due territori. L’approccio adottato è infatti stato pensato per offrire nuovi modelli educativi e formativi che hanno una rilevanza strategica per lo sviluppo e la promozione del potenziale turistico nell’area transfrontaliera. I partner hanno iniziato ad elaborare una strategia condivisa per essere più incisivi nelle politiche di formazione in campo turistico. Lo scambio di buone pratiche attraverso il trasferimento di conoscenze, studi e sperimentazioni sui due versanti della frontiera è stato avviato e da lunedì 27 settembre scorso gli studenti di Sion sono all’École hôtellière di Châtillon e gli studenti di Châtillon sono in formazione a Sion.

Ssono stati presentati 29 progetti e ne sono stati ammessi a finanziamento 14; nell’asse 5, dove è stato presentato S.T.A.G.E., sono stati ammessi e finanziati 4 progetti e S.T.A.G.E. è risultato essere quello che ha conseguito il 2° miglior punteggio di tutti i progetti ammessi e finanziati. Il finanziamento approvato al 100% ammonta a quasi 800 mila euro. In Valle d’Aosta sono stati ammessi e finanziati solo 2 progetti (oltre S.T.A.G.E. un altro progetto di cui è partner il BREL).

“Sempre in ambito di apprendimento linguistico – conclude Jeanette Bondaz - abbiamo appena ricevuto anche un riconoscimento frutto del lavoro intrapreso: abbiamo ottenuto il  Certificato Preparation Centre che attesta come nell’anno accademico 2020-21 abbiamo preparato i nostri studenti per gli esami Cambridge”.

 

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore