/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 06 ottobre 2021, 10:45

In arrivo nuova ordinanza regionale 'sperimentale' su test salivari nelle scuole

Presidente Lavevaz ai dipendenti regionali, 'vostro senso di responsabilità consenta rientro al lavoro in presenza al servizio della comunità valdostana'

In arrivo nuova ordinanza regionale 'sperimentale' su test salivari nelle scuole

"Il  nostro obiettivo comune è quello di tutelare al massimo la didattica in presenza, per tornare a garantire pienamente l’importanza sia educativa sia formativa della scuola". Lo ha detto questa mattina il Presidente della Giunta, Erik Lavevaz, intervenendo in Consiglio Valle su due questioni riguardanti la gestione dell’emergenza pandemica.

"Il sistema scolastico - ha detto Lavevaz - nelle scorse settimane ha affrontato un rientro complesso ma finalmente in presenza, grazie allo sforzo dei tanti soggetti coinvolti. I confronti tra le diverse strutture regionali, con l'assessore Luciano Caveri e la Sovrintendente Marina Fey (foto a lato), e dei referenti sanitari hanno permesso di arrivare a redigere un nuovo protocollo sperimentale, che sarà oggetto già nella giornata di oggi di un’ordinanza regionale". L'ordinanza riguarda la sperimentazione dei test salivari agli studenti.

Questa nuova prassi, ha affermato il Presidente, "permetterà di ridurre al minimo o di azzerare i periodi di quarantena nelle scuole, attraverso un monitoraggio capillare e screening continui. Dobbiamo tenere conto, allo stesso tempo, della maggiore contagiosità tra i ragazzi della variante Covid che affrontiamo oggi: per questo si tratta di misure sperimentali, di un rischio che insieme alla componente sanitaria ci sentiamo di assumere per dare massima attenzione al regolare svolgimento delle lezioni in presenza".

"Sempre riguardo alle norme di lotta alla pandemia - ha aggiunto il Presidente - in queste settimane l’amministrazione ha lavorato in maniera trasversale, con il coordinamento della Segretaria generale, Stefania Fanizzi, per predisporre le misure necessarie per l’entrata in vigore delle nuove norme sull’obbligo di certificazione verde per i lavoratori. Le diverse strutture sono state messe a confronto per creare delle procedure uniformi nonostante la grande eterogeneità delle sedi di lavoro del personale regionale, che è chiamato a collaborare perché questo passaggio avvenga senza ripercussioni sui servizi che l’amministrazione deve offrire con costanza".

Lavevaz ha poi rivolto un appello "al senso di responsabilità di tutti i dipendenti regionali: dobbiamo tutti insieme essere consapevoli del ruolo che abbiamo nell’essere parte dell’amministrazione, rispettando le regole in modo attivo e mettendoci a servizio della comunità valdostana, consci del nostro ruolo in un momento così delicato per la ripartenza della nostra regione".

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore