/ Eccellenze Valdostane

Eccellenze Valdostane | 30 settembre 2021, 20:37

Rosset Terroir a Londra Il Sopraquota 900, Bianco dell’Anno 2021, tra i protagonisti dei “Tre Bicchieri 2021” del Gambero Rosso

Lo scorso 23 settembre la Hacney Town Hall di Londra è stata il teatro di “Tre Bicchieri 2021”, la manifestazione legata alla guida ai Vini d’Italia curata dal Gambero Rosso, che ha celebrato, con un evento tornato in presenza, una selezione delle migliori produzioni enologiche italiane

Rosset Terroir a Londra  Il Sopraquota 900, Bianco dell’Anno 2021,  tra i protagonisti dei “Tre Bicchieri 2021”  del Gambero Rosso

Il Sopraquota 900, della vendemmia 2019, insignito del premio Bianco dell’Anno 2021 da parte della Guida, è stato selezionato per partecipare all’evento londinese.
Un importante successo, per noi di Rosset Terroir, che ripaga il grande lavoro nascosto dietro ogni bottiglia di Sopraquota 900, emblema stesso della “viticoltura eroica” che da 900 metri sul livello del mare si “inerpica” fino a quasi 1000 di quota, con viti di 30 anni e vinificazioni e fermentazioni separate.

Per noi un piccolo “diamante” da custodire e far crescere di valore vendemmia dopo vendemmia. Esaminando la sua carta d’identità, con particolare attenzione alle sue specificità, si tratta di sei mila bottiglie provenienti da un vigneto di circa due ettari, di cui 1,7 di petite arvine. La particolarità del ripido vigneto nel comune di Villeneuve è di essere coltivato a partire dai 900 metri di quota fino a quasi 1000, elemento distintivo da cui il vino prende il suo particolare nome.

La guida Vini d’Italia racconta in maniera perfetta un aspetto fondamentale che rende il Sopraquota 900 un vino “unico nel suo genere”, anche nel legame a doppio filo con la sua terra: “Oltre ad essere un vino di grande personalità ed eleganza – spiega la guida di Gambero Rosso –, permette di mettere in risalto un vitigno di cui si inizia a parlare molto e che sta guadagnando rapidamente spazi vitati in un territorio così angusto, come si evince immediatamente dall’orografia della Valle d’Aosta. Ed è proprio la conformazione del territorio a dar senso alla locuzione ‘vini eroici’”.

Due facce della stessa medaglia; da un lato profondamente legato alle sue origini, e dall’altro, nato dalla vocazione fortemente internazionale. Un vino che nasce dal nostro amore per il terroir valdostano, che con orgoglio ha vinto il premio di Bianco dell’Anno 2021 e che ha potuto portare un po’ di Valle d’Aosta fuori dai confini europei.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore