/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 14 settembre 2021, 07:52

Controllo satellitare su dissesto e instabilità del territorio valdostano

Controllo satellitare su dissesto e instabilità del territorio valdostano

Le montagne 'perdono i pezzi' e la Giunta regionale ha approvato ieri l’acquisizione per una durata di 18 mesi del servizio di monitoraggio satellitare del territorio valdostano.

“Con il servizio di screening satellitare - spiega l’assessore Carlo Marzi - rafforziamo le attività di controllo e prevenzione dei fenomeni di dissesto, a tutela della pubblica incolumità, potenziando sensibilmente i sistemi di monitoraggio delle instabilità superficiali del territorio valdostano. E’ necessario continuare a investire nella previsione, prevenzione, pianificazione e gestione delle emergenze relative ai rischi geologici, attraverso l’impiego delle più avanzate strumentazioni disponibili”.

La Valle d’Aosta è stata una delle prime regioni ad aver iniziato, nel 2017, a introdurre queste specifiche attività, proprio per la complessità e la sensibilità al rischio del nostro territorio "che ci sprona a ricercare le migliori tecnologie sul mercato”, afferma Marzi.

Il servizio di interferometria radar satellitare, del costo di circa 138.000 euro, rientra tra le attività di previsione e prevenzione dei rischi e alla rilevazione, raccolta ed elaborazione dei relativi dati sul territorio di competenza. Nello specifico, l’attività è finalizzata alla rilevazione delle deformazioni dei terreni, potenzialmente collegate a fenomeni franosi, consentendo misurazioni non invasive e ad alta precisione in ordine agli spostamenti del suolo e dei manufatti presenti.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore