/ Aosta Capitale

Aosta Capitale | 14 settembre 2021, 17:38

Aosta: Da Confcommercio Vda a privati cittadini, sette 'osservazioni' al Piano di traffico

L'assessore comunale all'Ambiente e alla Mobilità, Loris Sartore, apprezza l'interessamento critico, 'esamineremo tutto punto per punto'

Aosta: Da Confcommercio Vda a privati cittadini, sette 'osservazioni' al Piano di traffico

E' scaduto alle 12 di oggi il termine per presentare le osservazioni all'aggiornamento del Piano generale del traffico urbano della città di Aosta, varato a fine giugno dalla Giunta comunale del sindaco Gianni Nuti e pubblicato dallo scorso 16 agosto per 30 giorni.

Dieci anni fa, per la prima stesura del Piano, non arrivò all'Hotel de Ville nemmeno un'osservazione mentre oggi quelle depositate in Municipio sono state sette. C'è un documento depositato dalla Confcommercio Fipe VdA, annunciato nelle scorse settimane con diverse iniziative e un incontro pubblico, ma sono arrivate osservazioni anche dalla Pila spa, società degli impianti di risalita che gestisce tra gli altri la telecabina Aosta-Pila, dalla Fiab Aosta à Vélo, la Federazione italiana degli amici della bicicletta, nonchè da quattro privati cittadini.

Le osservazioni saranno ora analizzate per le controdeduzioni e saranno discusse dalle commissioni del Consiglio comunale, e poi dall'Aula, con ogni probabilità nella seduta del mese di ottobre.

L'assessore comunale all'Ambiente e alla Mobilità, Loris Sartore, apprezza l'interessamento critico e commenta: "In generale, fa piacere che ci sia stato interesse e i contributi della popolazione sono sempre i benvenuti poiché significa che l'azione politica dell'amministrazione è seguita dalla cittadinanza".

Sartore assicura che "esamineremo le osservazioni con la dovuta attenzione, anche quelle più critiche di cui abbiamo avuto già anticipazione. Per fare le scelte migliori occorre sempre valutare anche i pareri contrari".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore