/ ISTRUZIONE E FORMAZIONE

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | 13 settembre 2021, 14:10

I Carabinieri e l'impegno alla formazione della cultura del rispetto

Gli incontri, che rientrano in un protocollo nazionale voluto dal MIUR e l’Arma dei Carabinieri, interessano tutti gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado

I Carabinieri e l'impegno alla formazione della cultura del rispetto

Oggi è il primo giorno di scuola!

Oggi più che mai è un giorno particolare, si rientra a scuola dopo mesi di DAD, ma come sempre i nostri studenti non saranno soli, poiché anche i carabinieri vanno a scuola con loro. Infatti, continua l’impegno dell’Arma, con i suoi Ufficiali e Sottufficiali, di contribuire alla loro formazione oltre a vigilare sulla loro sicurezza con le proprie pattuglie e i suoi carabinieri, si legge in una nota dell'Arma. 

Dopo due anni difficili per la scuola, da oggi nuovamente le lezioni saranno in presenza per tutti gli studenti delle classi della primaria e delle secondarie di primo e secondo grado.

L’Arma dei Carabinieri oltre a svolgere servizi preventivi nelle vicinanze delle strutture scolastiche sta riprogrammando la presenza istituzionale all’interno delle stesse.

Infatti, fino a prima della pandemia da Covid-19, i Carabinieri hanno tenuto conferenze nelle scuole di ogni ordine e grado, incontrando gli studenti e facendo visitare agli stessi le sue caserme.

Uno degli obiettivi principali, e non solo per l’alto valore morale intrinseco, è educare i giovani ai principi della civile convivenza, diffondendo la cultura della legalità e del rispetto, prima di tutto, di sé stessi, degli altri e del mondo che ci circonda, volendo contribuire alla crescita e alla formazione dei nostri ragazzi, in modo da essere gli uomini e le donne solidi e solidali di domani.

Gli incontri, che rientrano in un protocollo nazionale voluto dal MIUR e l’Arma dei Carabinieri, interessano tutti gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado.

Ai ragazzi si parlerà non solo di diritti, ma anche di doveri, insegnando loro che nella vita, se vogliono essere rispettati, devono imparare a rispettare prima di tutto se stessi, gli altri e l’ambiente circostante. Solo così sarà possibile convincerli che diritti e doveri rappresentano un binomio inscindibile e che l’osservanza delle regole di vita va considerata come un’opportunità per crescere insieme, non come un limite al proprio essere.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore