/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 28 luglio 2021, 15:58

Il ritardato insediamento Paritetica preoccupa Pour l'Autonomie

Per mesi, dall'inizio della Legislatura, il gruppo consiliare Pour l'Autonomie ha incalzato il Governo e la maggioranza regionale sull'importanza di nominare e riunire la Commissione paritetica per l'attuazione dello Statuto speciale

Il ritardato insediamento Paritetica preoccupa Pour l'Autonomie

«Siamo ancora fermi, nulla è ancora stato fatto e le notizie apparse sui giornali oggi non ci rassicurano - dicono i Consiglieri Marco Carrel, Mauro Baccega e Augusto Rollandin -. Pensiamo ai temi legati alle concessioni idroelettriche, per le quali ci vuole una specifica norma di attuazione, ma anche al Corpo forestale, ai Vigili del fuoco e alla stabilizzazione degli insegnanti. Tutte tematiche urgenti che, con questi continui ritardi legati a tatticismi politici, rischiano di implodere, con gravi rischi per la nostra regione.» Per mesi, dall'inizio della Legislatura, il gruppo consiliare Pour l'Autonomie ha incalzato il Governo e la maggioranza regionale sull'importanza di nominare e riunire la Commissione paritetica per l'attuazione dello Statuto speciale.

«Siamo ancora fermi, nulla è ancora stato fatto e le notizie apparse sui giornali oggi non ci rassicurano - dicono i Consiglieri Marco Carrel, Mauro Baccega e Augusto Rollandin -. Pensiamo ai temi legati alle concessioni idroelettriche, per le quali ci vuole una specifica norma di attuazione, ma anche al Corpo forestale, ai Vigili del fuoco e alla stabilizzazione degli insegnanti. Tutte tematiche urgenti che, con questi continui ritardi legati a tatticismi politici, rischiano di implodere, con gravi rischi per la nostra regione.»

L'articolo 48-bis dello Statuto speciale, introdotto dalla legge costituzionale 23 settembre 1993, n. 2, stabilisce che "il Governo è delegato ad emanare uno o più decreti legislativi recanti le disposizioni di attuazione dello statuto speciale e le disposizioni per armonizzare la legislazione nazionale con l'ordinamento della Regione Valle d'Aosta, tenendo conto delle particolari condizioni di autonomia attribuita alla regione. Gli schemi dei decreti legislativi sono elaborati da una commissione paritetica composta da sei membri nominati, rispettivamente, tre dal Governo e tre dal consiglio regionale della Valle d'Aosta e sono sottoposti al parere del consiglio stesso."

Dal 6 luglio la Commissione Paritetica è così composta:

Di nomina governativa: Prof. Avv. Massimo Occhiena, Avv. Mauro Silvestri, Dr.ssa Emily Rini;

Di nomina regionale: Sen. Gianclaudio Bressa, Sen. Albert Lanièce, Prof.ssa Barbara Randazzo.

Dal 2015, le indennità mensili lorde per i Componenti di nomina statale e per coloro che - tra questi - assumano la carica di Presidenti sono state così rideterminate: per i Componenti: € 666,32; per i Presidenti: € 773,42.

pgc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore