/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 21 luglio 2021, 09:00

Gli orfani del covid

Gli orfani del covid

Mentre il bilancio ufficiale delle vittime della pandemia di covid-19 nel mondo ha superato i 4 milioni all’inizio di questo mese, c’è un’altra emergenza che sta diventando sempre più complessa e drammatica: quella dei bambini rimasti senza uno o entrambi i genitori. «Come in tutte le crisi, i bambini più vulnerabili sono esposti a maggior rischio di perdere le cure dei genitori. Questo a sua volta aumenta il loro rischio di essere affidati a forme di assistenza alternativa inadeguate» ha dichiarato ieri Henrietta Fore, direttrice dell’Unicef, il fondo dell’Onu per l’infanzia.

«È troppo presto per stimare il numero di bambini orfani o abbandonati a causa della pandemia, ma il picco di morti in alcuni Paesi comporta che molti bambini già vulnerabili agli impatti del covid-19 affrontino un ulteriore stress emotivo e problemi di protezione». Per rispondere a questa crisi, secondo l’Unicef, «è vitale che i governi forniscano alle famiglie il sostegno emotivo, pratico e finanziario di cui hanno bisogno. Allo stesso tempo, dobbiamo lavorare per sostenere un sistema in cui i bambini privati delle cure dei genitori possano essere affidati a membri della famiglia allargata e non collocati in sistemi di assistenza alternativa inadeguati».

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore