/ Eccellenze Valdostane

Eccellenze Valdostane | 16 luglio 2021, 11:00

Fervono le degustazioni al Mondial des vins extrèmes

La squadra dei sommeillers dell'Ais  VdA alle degustazioni del Mondial

La squadra dei sommeillers dell'Ais VdA alle degustazioni del Mondial

All’Etoile du Nord di Sarre sono iniziate giovedì 15 luglio le prime degustazioni per la 29esima edizione del  “Mondial des vins extrêmes” il più importante concorso al mondo per la valorizzazione dei vini di montagna e dei paesaggi che li esprimono.

Una edizione record, i vini in concorso sono ben 838 di cui 355 provenienti da 21 paesi esteri con le novità di Serbia e Armenia, proprio quell’Armenia dove si è scoperta una cantina che produceva vini in anfora 5000 a.c., altra novità di quest’anno è il concorso per i distillati “Extreme spirits international contest” organizzato per la prima volta.

La Valle d’Aosta partecipa con 73 etichette in rappresentanza di 22 aziende, un’occasione di importante visibilità.

Organizzatore del concorso è il Cervim, centro di ricerche, studi e valorizzazione per la viticoltura in montagna con la collaborazione dell’Assessorato all’Agricoltura della Valle d’Aosta e l’Associazione Italiana Sommelier-Ais della Valle d’Aosta che con una nutrita squadra di professionisti cura il servizio delle degustazioni.

I requisiti di partecipazione vanno trovati nella quota dei vigneti che deve essere superiore ai 500 m.l.m. o su pendenze che non devono essere inferiori al 30% o, ancora, sistemi viticoli praticati su terrazze o gradoni e viticolture di piccole isole.

Il Cervim, che ha sede ad Aosta è riconosciuto in tutto il mondo, oltre che per il concorso,  per gli studi del professor Mario Fregoni dell’Università del Sacro Cuore di Piacenza, sul resveratrolo, una sostanza prodotta dalle piante e in modo particolare dalle viti di montagna, con proprietà salutistiche, tra cui la più importante è la riduzione del colesterolo.

A Sarre si sono riunite 8 commissioni con esperti provenienti da tutta Europa, 9 sommelier poi, si occupano dell’organizzazione del servizio. Degustazioni serrate, causa covid, decideranno i vini da premiare. La premiazione, come tutti gli anni itinerante, sarà a Milano al “Milano Wine Week” nel mese di ottobre.

moreno rossin

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore