/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 15 giugno 2021, 08:07

Ristori arriveranno ma la crisi politica resta

Ristori arriveranno ma la crisi politica resta

I prezzi di mercato aumentano a vista d’occhio e, come sempre, a pagare il prezzo più caro della crisi sarà il cittadino.

Ci si aspetterebbe di essere tutelati dalla politica, ma dopo una boccata di ossigeno somministrata dalla legge anticrisi, che ha messo tutti d’accordo, si sono riaffacciate tutte le problematiche che prospettano una crisi di Governo, non certo necessaria al buio di questo periodo.

In maggioranza non sono riusciti a convincere le consigliere Minelli e Guichardaz ad abbracciare gli indirizzi messi sul tavolo, rimangono saldamente ferme sulle loro posizioni, si potrebbe considerare una maggioranza a 19 ma sarebbe molto rischiosa, si sono già vissute situazioni simili negli ultimi anni. Si è vociferato sulla sostituzione della ex assessora Minelli con la stessa collega Guichardaz, che risolverebbe i grattacapi del Presidente Lavevaz e accorcerebbe decisamente i tempi della soluzione, senza però una revisione dei programmi, che sottolineerebbe la debolezza dell’attuale Governo, non ci sarebbero soluzioni.

Quello a cui si va incontro è ben conosciuto, tutti conoscono le posizioni intransigenti sui collegamenti intervallivi e sui trasporti che però non trovano accordi nemmeno all’interno del Pcp.

La speranza, il sollievo, sarebbe l’ingresso in maggioranza di Pour l’Autonomie, ma Rollandin sarebbe disposto a fare da stampella a questa maggioranza? A che prezzo?

Si stanno ravvisando i primi calori dell’estate che per la politica valdostana sarà torrida e se i tempi saranno troppo lunghi la soluzione è unica,  fare governare, con opportuna alleanza, (ndr UV) il partito che i valdostani avevano preferito.

 

Moreno Rossin

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore