/ Salute in Valle d'Aosta

Salute in Valle d'Aosta | 25 maggio 2021, 09:30

Valle d'Aosta in lieve ritardo su prime dosi vaccinazioni

Risulta invece al quarto posto tra le regioni italiane nelle percentuali di somministrazione della seconda dose

L'esperto di statistiche Luca Fusaro

L'esperto di statistiche Luca Fusaro

La Valle d'Aosta corre e recupera posizioni nella campagna vaccinale anticovid per la somministrazione delle seconde dosi, mentre va più a rilento in quella sulla prima vaccinazione.

I dati, aggiornati a lunedì 24 maggio, sono evidenziati nei grafici realizzati dall'esperto di statistica Luca Fusaro, Dottore magistrale in Economia Applicata, commercialista e analista di dati che lavora per la Protezione civile e per il ministero della Salute.

Nella percentuale persone vaccinate con la seconda dose in rapporto alla popolazione la Valle d'Aosta è al quarto posto con il 21,03%, dietro a Piemonte (21,28), Marche (21,31) e Liguria (22,63).

Diversa la posizione nel rapporto tra la popolazione e le persone vaccinate con la prima dose: qui la Valle risulta al 13esimo posto con una percentuale del 41,52 per cento. Guida la classifica il Molise con il 46,02% mentre invece maglia nera è la Sicilia con il 36,8% di persone a cui è stata somministrata la prima dose del vaccino. 

Vaccinati in rapporto alla popolazioneSecondo Federico Gelli, presidente della Fondazione Italia in Salute, "l primo semestre della campagna vaccinale In Italia si è chiuso con oltre 1,5 milioni di vaccini consegnati in meno dalle aziende farmaceutiche rispetto a quanto previsto dalla tabella delle forniture previste elaborata dal Ministero della Salute". Dall’andamento dei dati attuali, per Gelli "c’è ora il rischio concreto che anche il secondo semestre veda un numero di consegne vaccinali ridotto rispetto a quanto previsto. Se confermato, sarebbe inaccettabile. Il raggiungimento dell’immunità di comunità non può dipendere dai ritardi delle aziende".

 

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore