Governo Valdostano - 17 aprile 2021, 20:02

Le Comunità Energetiche possono rappresentare catalizzatori modello sviluppo locale sostenibile

La Valle d’Aosta coinvolta in un webinar sulle comunità energetiche rinnovabili e i sistemi di autoconsumo collettivo

L'Assessore Luigi Bertschy

L'Assessore Luigi Bertschy

La Regione ha aderito al "Focus Group” sui “Sistemi collettivi di autoconsumo da fonti rinnovabili" organizzato dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) che si è tenuto lo scorso lunedì 12 aprile. Le comunità energetiche e i sistemi di autoconsumo collettivo in generale rappresentano un’opportunità per produrre energia da fonti rinnovabili e consumarla a livello locale attraverso il coinvolgimento dei cittadini e degli enti locali, ad esempio riuniti in cooperative, utilizzando gli strumenti, anche economici, messi a disposizione dallo Stato. Questi sistemi consentono di ottenere vantaggi ambientali, economici e sociali, con possibili risparmi sulle bollette energetiche degli aderenti.

L’evento ha visto la partecipazione di numerosi stakeholders locali e ha promosso un momento di confronto con il territorio volto a:

  • informare sulle possibilità per i consumatori di avere un ruolo attivo nella gestione della propria spesa energetica;
  • informare sulle nuove disposizioni ed evidenziare gli elementi essenziali per richiedere gli incentivi per l’autoconsumo nelle sue diverse forme;
  • fornire supporto a quesiti di natura tecnica, regolatoria o amministrativa per dar vita alle configurazioni;
  • condividere esperienze già maturate o in via di sviluppo sul territorio;
  • illustrare i tool e i servizi che il GSE sta sviluppando per imprese e Pubbliche Amministrazioni e rilevare ulteriori esigenze di assistenza.

L’evento, a cui hanno partecipato numerosi uditori, si è tenuto in modalità webinar.

Le Comunità Energetiche possono rappresentare catalizzatori di un modello di sviluppo locale sostenibile guidato dall’energia facendo crescere la cultura energetica dei cittadini, la filiera locale e creando valore - ha sottolineato l’Assessore Luigi Bertschy -. L’interesse dell’Amministrazione regionale su questa tematica è elevata e stiamo valutando l’opportunità di poter attivare una cabina di regia per facilitare e coordinare la creazione di Comunità energetiche rinnovabili (CER)sul territorio valdostano.

L’Assessorato ha portato all’attenzione della platea il documento di programmazione della strategia regionale in materia di energia, ovvero il Piano Energetico Ambientale regionale attualmente in fase di aggiornamento che dovrà rispondere agli sfidanti obiettivi Fossil Fuel Free che si è posta la Valle d’Aosta al 2040.

La tavola rotonda, moderata dal GSE, è risultata particolarmente interessante e ricca di interventi da parte di diversi soggetti locali. Hanno portato il loro contributo il COA energia di Finaosta S.p.A  e CVA S.p.A., illustrando una serie di studi, volti a valutare le potenzialità di sviluppo dell’autoconsumo collettivo e delle CER, condotti sul territorio regionale, con il supporto del Politecnico di Milano e del Politecnico di Torino. Sono state messe in evidenza le sinergie con la tematica degli SMART Villages e sono state illustrate le prospettive di iniziative locali che alcuni Comuni sensibili come Chamois e La Magdeleine vorrebbero avviare. E’ stata inoltre presentata una CER già attiva in Piemonte, nel Comune di Magliano Alpi. Il dibattito è poi stato ulteriormente arricchito con il punto di vista del distributore (DEVAL) e dall’interesse manifestato da ANACI Valle d’Aosta.

red.pi.

Ti potrebbero interessare anche:

SU