/ CRONACA

CRONACA | 03 aprile 2021, 11:53

La via crucis di altri due anziani al Centro vaccinale al Palaindoor

Dopo quella della settimana scorsa, nuove segnalazioni di familiari di anziani costretti ad attendere il loro turno in piedi per ore

La via crucis di altri due anziani al Centro vaccinale al Palaindoor

"Non sta a me giudicare la bontà o meno delle vaccinazioni anti Covid, ci mancherebbe altro. Io contesto solo il metodo con il quale sono stati trattati i miei anziani genitori, esperienza che, leggendo le vostre pagine, mi sembra sia già accaduta ad altre persone".

Così una commerciante aostana che dopo aver letto su Aostacronaca l'odissea di due ultraottantenni che hanno atteso più di due ore e mezza su rigide sedie il loro turno di vaccinazione al Centro vaccinale del Palaindoor di Aosta, segnala la 'via crucis' nella quale sono incappati pochi giorni fa suo padre (80 anni) e sua madre (79).

"Mio padre è entrato alle 15 al Palaindoor, orario indicato nella prenotazione - spiega la donna - dopo tre ore di attesa in auto senza notizie e senza vederlo riapparire, è entrata al Palaindoor per cercarlo. Si è trovata di fronte circa 200 anziani tutti in piedi e quando ha chiesto notizie del marito a un'infermiera, lei le ha risposto 'forse è lei che  non lo trova più, magari è già uscito". No, l'anziano non era uscito e il suo nome non compariva nel registro delle prenotazioni: non era indicato. 

"Mia madre ha poi scorto il marito e le si è avvicinata; mio padre era in piedi, estenuato e disperato perchè da oltre un'ora doveva andare in bagno ma non ne aveva trovati di disponibili: i wc sono stati chiusi per evitare rischi di contagio. Alla richiesta di una toilette accessibile, a mio padre è stato risposto: 'è un problema suo, non nostro...doveva farla prima di entrare...'. Insomma, per farla breve, i miei sono usciti dal Palaindoor alle 19,30, ovvero quattro ore e mezza dopo essere entrati. Una volta a casa si sono messi a piangere dalla stanchezza e per il senso di umiliazione provata".

 

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore