/ CULTURA

CULTURA | 31 marzo 2021, 17:00

APRILE NEL CALENDARIO 2021 DEI CARABINIERI

Da quasi un secolo il Calendario è una parte di noi, un simbolo dell’Arma al pari della Fiamma e degli Alamari. Scandisce i nostri anni, che scorrono veloci anche quando i giorni sono lunghi. Viviamo un periodo difficile, è noto a tutti

APRILE NEL CALENDARIO 2021 DEI CARABINIERI

Di tutto mi pensavo quel giorno di aprile dell’86, fuorché un impegno di indagine nel campo dell’adulterazione del vino.

Ero in servizio in Piemonte e ripenso spesso a quel mese di controlli fra le vigne e le storie di veleni, sotto il cielo strano della tragedia lontana di Cernobyl. Nei film il Maresciallo dei Carabinieri si occupa di indagare su loschi individui, ladri, malviventi e omicidi, non certo di zuccheri e vini. E invece questo reato si andava sviluppando alla grande nel nostro Paese; per quale motivo? Semplicemente per fare soldi. Mettere zucchero per alzare la gradazione alcolica produceva un vino di maggior corpo e valore sul mercato.

Ma quella volta diversi produttori esagerarono e se lo zucchero aveva un costo notevole, un’altra sostanza, il metanolo, costava meno e produceva più gradazione alcolica. Mi veniva in mente un verso di Virgilio “quo non mortalia pectora coges sacra auri fames”, a cosa non spingi il cuore degli uomini maledetta fame dell’oro. Ma anche i versi di Dante: nella Quinta Bolgia dell’Inferno, dove sono puniti i barattieri immersi nella pece bollente e circondati da demoni neri chiamati Malebranche. Ma chi erano i barattieri? Erano coloro che si guadagnavano da vivere con mestieri turpi e vili.

La baratteria dunque era frode e inganno che si creava nei contratti e nei commerci. …« O Malebranche, ecco un de li anzian di santa Zita! Mettetel sotto, ch’i’ torno per anche a quella terra, ch’i’ ho ben fornita: ogn’uom v’è barattier…» Mi colpiva la coincidenza fra questi signori e i loro antichi predecessori del XIII secolo che Dante aveva messo all’Inferno perché non era bastato loro il guadagno onesto.

Per i moderni barattieri c’era un problema che non avevano considerato: il metanolo era tossico per le persone. Alcune ne morirono, altri perdettero la vista. Seguì uno scandalo enorme che danneggiò l’economia italiana e l’immagine dei nostri produttori di vino in tutto il mondo. Ricordo la capacità di reazione dell’Arma, i NAS si diffusero su tutto il territorio a tutela della Salute Pubblica, per perseguire chi non si accontenta del giusto e dell’onesto.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore