/ Aosta Capitale

Aosta Capitale | 16 marzo 2021, 08:21

Istituito il centro vaccinazioni di Aosta ma non è servito da mezzi pubblici

Per la politica lasciare le cose a metà sembra obbligatorio. Tante iniziative camminano con un scarpa e uno zoccolo ed il centro vaccinazioni covid di Aosta è la conferma

Istituito il centro vaccinazioni di Aosta ma non è servito da mezzi pubblici

A consultare tutte le tabelle del trasporto pubblico ad Aosta non si riesce a trovare una bus che faccia sosta o capolinea al centro sportivo di Aosta in regione Tzambarlet. E proprio in quella zona la politica, sfrattando le società sportive, ha allestito il Centro vaccinazioni anticovid nel Palaindoor. Soltanto la linea circolare 8 passa dal lunedì al sabato ogni quarto d'ora in corso Lancieri ma con una pausa di un'ora e mezza dalle 9,30 alle 11 circa e non attraversa le vie del centro cittadino. Per un anziano o un disabile raggiungere quello che ora è divenuto il polo vaccinale potrebbe essere un problema, soprattutto se poco pratico della zona, così come per  chi arriva dal centro storico di Aosta, dalla collina o dai paesi della Plaine.

Un problema più volte lamentato dai genitori che non sapevano come far raggiungere il Palaindoor ai figli quando uscivano dalle scuole elementari. Eppure nel programma 2020-2025 della giunta Nuti si legge: “Tra i mezzi alternativi all'auto vi sono i mezzi pubblici, la bicicletta e la pedonalizzazione delle aree centrali, con una contestuale riconsiderazione dell’attuale circolazione veicolare urbana, anche sperimentando nuovi sensi unici di percorrenza, al fine di concorrere ad una riduzione del traffico e della velocità con adeguati sistemi di dissuasione nelle aree centrali allo scopo di rendere più vivibili le vie cittadine e consentire ai mezzi pubblici di circolare meglio e a pedoni e ciclisti di muoversi in sicurezza. Parallelamente a questo, si ritiene fondamentale aggiornare le previsioni del Piano Generale del Traffico –PGTU- al fine di individuare le misure atte a decongestionare il centro città dal transito dei veicoli e massimizzare lo scorrimento veloce in direzione est-ovest per tutti coloro che devono semplicemente attraversare il capoluogo.

L’asse via Festaz/via Torino, sarà valorizzato attraverso un progetto che ne metta in evidenza la sua vocazione di 'via centrale' dove si affacciano importanti luoghi commerciali e terziari della città. Anche Corso Battaglione Aosta sarà riqualificato quale 'boulevard' di connessione e ricucitura tra il centro storico e il quartiere di Saint-Martin-de-Corléans e l’Area Megalitica, passando per la vitalità di Viale Conte Crotti. Si prevedono, infine, il prolungamento di via Paravera in direzione est per giungere alla completa 'circumnavigazione' dell’area Cas”.

Del polo sportivo nemmeno una misera citazione. Tesolin, Palaindoor, Palaghiaccio, stadio del rugby, il bocciodromo, piscina coperta e all'aperto sono periferia della periferia. E il problema è diventato ancor più grave ora che la politica ha scelto la periferia della periferia di Aosta per allestire un servizio al quale i cittadini, soprattutto gli anziani e chi ha problemi di deambulazione, devono necessariamente recarsi per la vaccinazione.

La mancanza di mezzi per il trasporto pubblico è tanto più grave se si considera, è bene ribadirlo, che non tutti sanno dove è ubicato il Palaindoor. Eppure la linea 8 circolare che passa in via Grand Eyvia alla rotonda di Corso Lancieri potrebbe deviare fino al Piazzale della piscina e ritornare verso il centro città.

red.pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore