/ CRONACA

CRONACA | 05 marzo 2021, 09:00

Cinque teneri discendenti per Barry

A breve distanza dalla nascita di tre cuccioli in salute presso la Fondation Barry a fine gennaio, possiamo già annunciare un nuovo lieto evento: 'Helvi au Moulin de Tallans' e 'V’Barry du Grand St. Bernard' sono diventati genitori di cinque cuccioli

Cinque teneri discendenti per Barry

Il 22 febbraio 2021 la femmina a pelo corto «Helvi au Moulin de Tallans» è diventata mamma di cinque cuccioli sani – tre femminucce e due maschietti. Il papà dei piccoli è il maschio a pelo corto «V’Barry du Grand St. Bernard». Lo scorso autunno, la cagna di quasi tre anni Helvi aveva ottenuto con successo il riconoscimento come femmina da allevamento; da allora essa è selezionata e utilizzabile come tale. Questi cinque cuccioli sono pertanto la sua prima cucciolata.
 
Il padre V’Barry, di tre anni e mezzo, proviene dall’allevamento interno della fondazione ed è di proprietà della Fondation Barry. La tradizione d’allevamento dei cani San Bernardo prevede che al maschio più bello sia concesso portare il nome del leggendario cane da salvataggio «Barry». «Barry» visse dal 1800 al 1812 presso l’Ospizio sul Passo del Gran San Bernardo e acquisì notorietà a livello mondiale per aver salvato la vita di oltre 40 persone. I cinque neonati sono dunque indirettamente discendenti di un esemplare che, con il suo operato, ha contribuito in misura determinante alla buona fama di questa razza. 
 
I cuccioli non hanno ancora un nome, ma presto saranno battezzati con un nome che inizierà per «H». Una volta raggiunta l’età di sei settimane, a partire dal 5 aprile 2021 circa, sarà possibile ammirare i cuccioli presso Barryland a Martigny.

LA FONDAZIONE BARRY

Dopo la sua creazione nel gennaio 2005, la Fondation Barry ha rilevato dall’ordine religioso dei canonici del Gran San Bernardo il canile dei celebri cani omonimi. Da allora la Fondazione è proprietaria del più antico (oltre 300 anni) e importante allevamento al mondo del cane nazionale svizzero. L’organizzazione non ha scopo di lucro e si dedica alla perpetuazione dei cani leggendari dell’Ospizio del Gran San Bernardo. La Fondazione si è inoltre data l’obiettivo di apportare un po’ di gioia al maggior numero di persone possibile offrendo loro la possibilità di incontrare dei San Bernardo. Contribuisce così attivamente a un migliore rapporto tra cani ed esseri umani. Alla Fondation Barry vivono stabilmente circa 30 San Bernardo e ogni anno nascono in media una ventina di cuccioli con pedigree nel canile.

red.pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore