/ AGRICOLTURA

AGRICOLTURA | 23 febbraio 2021, 16:46

Nuovi criteri per finanziamento di lavori di manutenzione straordinaria

Nuovi criteri per finanziamento di lavori di manutenzione straordinaria

Sono stati approvati dalla Giunta regionale i nuovi criteri per la concessione di aiuti ai consorzi di miglioramento fondiario per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria aventi carattere di urgenza, in base alla legge regionale 17/2016 'Nuova disciplina degli aiuti regionali in materia di agricoltura e di sviluppo rurale'. 

Da ora in poi, quindi, le domande per accedere agli aiuti potranno esser presentate in modalità “a sportello”, ovvero durante tutto il corso dell’anno, e non più vincolate a determinati periodi di apertura dei termini per l’accoglimento delle istanze e saranno valutate singolarmente senza dover rientrare in una graduatoria.

Ciò è motivato dalla necessità di dare la priorità di finanziamento alle domande per la realizzazione di interventi di ripristino e messa in sicurezza delle infrastrutture danneggiate da eventi calamitosi, dal fatto che tali richieste non sono programmabili né prevedibili e che l’importo dei finanziamenti è comunque limitato. L’urgenza, per ogni consorzio, può, infatti, variare a seconda dell’infrastruttura coinvolta dall’evento calamitoso o dal suo grado di utilizzo residuo e la possibilità di presentare, in qualsiasi periodo dell’anno, una domanda di sostegno, corredata dal progetto cantierabile delle opere, consente alla pubblica amministrazione di abbreviare i tempi e dare risposte più celeri ai fini della messa in sicurezza del territorio e della prosecuzione dell’attività agricola.

Spiega l’assessore regionale all'Agricoltura, Davide Sapinet (foto a lato): "la nostra volontà è di intervenire concretamente per agevolare i consorzi di miglioramento fondiario che hanno necessità di eseguire urgentemente delle manutenzioni straordinarie a infrastrutture agricole, per garantirne la funzionalità e assicurare così la prosecuzione dell’attività agricola o anche per prevenire danni a persone, animali o cose".

Tra l’altro, in questo momento, "occorre dare una risposta ai territori colpiti dagli eventi calamitosi dell’autunno del 2020 che hanno generato importanti danni sul territorio. Grazie alle nuove disposizioni l’iter di accoglimento e finanziamento delle domande potrà essere notevolmente velocizzato. Ciò avrà anche una ricaduta, in termini occupazionali, come stimolo all’imprenditoria locale".

I nuovi criteri saranno pubblicati sul sito istituzionale della Regione all’indirizzo www.regione.vda.it/<wbr></wbr>agricoltura/CMF.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore