/ AMBIENTE

AMBIENTE | 21 febbraio 2021, 08:00

I Comuni ai piedi del Monte Bianco: vocazione sportiva naturale

Montagna, natura, sport, benessere, senso di comunità, tradizione, storia, cultura, enogastronomia: sono tante le declinazioni che hanno permesso di vincere la candidatura a Comunità europea dello Sport 2021

I Comuni ai piedi del Monte Bianco: vocazione sportiva naturale

Alpinismo, arrampicata, trekking, walking, sci, snowboard, sci, rafting, mtb, equitazione,  escursionismo, accessibilità, attività per disabili e famiglie, enogastronomia, viticoltura eroica, paesaggi da scoprire a piedi, contatto unico con la natura, emozione e autenticità, turismo ai massimi livelli.

Ci sono davvero tante declinazioni per descrivere un territorio unico e variegato come quello ai piedi del Monte Bianco, luogo naturalmente votato da sempre alla pratica sportiva e alle attività outdoor, ma non solo. Questa consapevolezza e queste caratteristiche naturali hanno spinto i cinque Comuni della Valdigne (Courmayeur, La Salle, La Thuile, Morgex e Pré-Saint-Didier) ad impegnarsi nell’iter di candidatura per la Comunità europea dello Sport - ACES Europe.

La volontà di perseguire questo obiettivo, per l’anno 2021, è stata collegiale, positiva ed è stata valutata come importante opportunità di valorizzazione dei nostri territori e del nostro impegno a favore dello sport e delle attività all’aria aperta in questi anni. Nel condividere gli obiettivi principali dell’attività promossa da ACES Europe (divertimento con l’esercizio fisico; disponibilità a raggiungere gli obiettivi; rafforzare il senso di appartenenza alla comunità; imparare il fair play e migliorare la salute) le Amministrazioni dei cinque Comuni, hanno riconosciuto in questo percorso un’occasione per l’avvio di una collaborazione ampia e sinergica, che va oltre ai confini strettamente comunali, per l’avvio di una visione più ampia, utile alla valorizzazione dei territori della Valdigne.

Con la candidatura i Comuni promuoveranno così la vocazione naturalmente sportiva e turistica di ciò che si muove ai piedi del Monte Bianco. La Comunità del Monte Bianco - Vallée du Mont-Blanc presenta infatti infrastrutture e occasioni di pratica di attività sportive e all’aria aperta di rilievo, adatte a un’utenza eterogenea, senza contare che il contesto alpino consente la pratica degli sport invernali, fiore all’occhiello, nonché dell’alpinismo e dell’arrampicata, ma anche dell’escursionismo estivo e di molteplici attività outdoor/indoor aperte a bambini, giovani, famiglie, sportivi amatori e professionisti.

Questi cinque Comuni, con circa 8500 abitanti, pur nelle singole differenze, condividono una visione dello sport come elemento fondamentale e naturale nella vita dell’individuo. Lo testimoniano i tanti eventi sportivi e dedicati a larghe fasce di pubblico che qui trovano sede e che negli anni hanno assunto una dimensioni mondiale.

Sport e territorio nella Valdigne sono di fatto un modo di vivere la montagna da sempre. La storia di questi territori è una storia legata allo sport, i nostri Comuni sono stati terra natia, ieri e oggi, di grandi campioni a livello nazionale e mondiale. Il dossier presentato per la candidatura ha raccolto questa evidenza e le tante sinergie con Federazioni sportive, associazioni del territorio, Fondazioni, enti locali , Amministrazione regionale, e strutture con le quali negli anni sono state costruite attività a favore della popolazione e del mondo sportivo con l’obiettivo di accrescere il valore di comunità, da sempre molto forte nei nostri territori alpini, nonché occasioni, attraverso lo sport, per crescere insieme e vivere la montagna nelle sue tante dimensioni

Dossier di candidatura ACES Europe

red. pi - info com.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore