/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 23 gennaio 2021, 17:00

Freddo spinto in Valle da una depressione che staziona sull'Europa

Infografica Centro Multifunzionale Regione autonoma Valle d'Aosta

Infografica Centro Multifunzionale Regione autonoma Valle d'Aosta

Il Centro Funzionale Meteo della Regione Autonoma Valle d'Aosta segnala: Fino a martedì una vasta depressione sull'Europa convoglia aria fredda verso la Valle d'Aosta dai quadranti NW; da mercoledì si prevede una lenta risalita di temperatura e pressione per l'espansione di un promontorio sull'Atlantico che potrebbe portare precipitazioni a fine settimana prossima. In questi giorni un'alimentazione fredda della stessa depressione scende dall'Islanda verso le latitudini dell'Arco alpino, inviando diversi piccoli episodi perturbati verso i settori occidentali ed abbassando sempre più la temperatura in quota fino a lunedì, quando il nucleo di aria fredda si posiziona a ridosso dei confini esteri, favorendo vento gelido in quota e foehn freddo nelle valli.

DOMENICA 24 GENNAIO

Cielo abbastanza soleggiato, con nuvole persistenti sui confini esteri dove cadrà ancora qualche fiocco. Poi schiarite ovunque. Dal pomeriggio inoltrato nuovo aumento della nuvolosità, con deboli nevicate serali in montagna e nelle valli dei settori occidentali e settentrionali. Quota della neve a circa 500 m.

Temperature: in forte calo.

Pressione: in ripresa.

Venti: 3000 m da forti da NW a moderati, poi da WSW dalla sera; episodi di foehn nelle valli.

Segnalazioni: nevicate, vento anche intenso in montagna con effetto wind-chill.

LUNEDI 25 GENNAIO

Nevicate al mattino sui settori occidentali e qualche fiocco su quelli centrali, in graduale ritiro sui confini esteri. Schiarite altrove, più ampie sui settori di SE.

Temperature: minime in temporaneo aumento in quota, in calo altrove.

Pressione: ancora in rialzo.

Venti: 3000 m forti da WNW, poi NW; foehn nelle valli, al mattino irregolare.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore