/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 11 gennaio 2021, 00:10

Oggi lunedì 11 gennaio saint Paulin

“Amare il prossimo come sé stessi vuol dire anche impegnarsi per costruire un mondo dove tutti abbiano accesso ai beni della terra e la possibilità di realizzarsi come persone e come famiglie, dove a tutti siano garantiti i diritti fondamentali e la dignità.” (Papa Francesco)

Oggi lunedì 11 gennaio saint Paulin

Le Messager Valdotain ricorda lunedì 11 gennaio saint Paulin

La Chiesa celebra  San Paolino d'Aquileia Vescovo

Teologo e musicista, Paolino è originario di Cividale, nell’attuale Friuli. Voluto da Carlo Magno tra i sette saggi che dovevano unificare l’Europa, nel 787 è vescovo di Aquileia e opera per la riforma della Chiesa. Evangelizzatore della Slovenia, partecipa ai concili fino alla morte, nell’802.

La storia di Paolino, nato a Cividale, nel ducato longobardo del Friuli, verso l’anno 730, è strettamente legata al progetto coltivato da Carlo Magno di unificare l’Europa (con l’appoggio del Papa e sotto il segno della Croce di Cristo): fu nella storia il primo vero progetto di Unità europea, intesa anche in senso culturale.

A tale scopo il sovrano aveva riunito ad Aquisgrana, nell’'Accademia Palatina' (il prototipo delle future università), un gruppo di sette saggi (il nome più celebre è quello di Alcuino di York) che dovevano aiutarlo nell’impresa, stringendo fra loro una forte amicizia ed elaborando assieme le linee culturali del progetto. E Paolino fu chiamato a farne parte.

Gli amici lo definirono «Luce di Ausonia» (cioè d’Italia). Nel 787 fu nominato patriarca di Aquileia (il cui governo abbracciava l’Istria, il Friuli, Padova, Vicenza, Verona, Trento) e si dedicò subito alla riforma della sua Chiesa, riportandone la liturgia all’antica bellezza. Partecipò ai concili del tempo per combattere le sempre insidiose eresie, e intraprese un’ampia attività missionaria verso la Slovenia.

 Era di ingegno ampio e versatile: s’intendeva di teologia (e ci ha lasciato importanti trattati dottrinali), di letteratura e perfino di musica. Ma le sue composizioni poetico-musicali, che piaceranno perfino a Manzoni e Carducci, avevano sempre un intento didattico. E non c’è quasi comunità cristiana che non abbia una volta o l’altra cantato quell’inno Ubi Caritas et Amor («Dov’è carità e Amore») che ci è stato appunto regalato da san Paolino.

Il sole sorge alle ore 8,8 e tramonta alle ore 16,56

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore