/ ECONOMIA

ECONOMIA | 16 dicembre 2020, 11:00

L’Antitrust sanziona Pneumaticone

L’azienda si è resa colpevole di pratiche scorrette, ingannevoli e anche di condotte aggressive

L’Antitrust sanziona Pneumaticone

 Su segnalazione di Confconsumatori l’Antitrust ha sanzionato l’azienda Pneumaticone per una cifra complessiva di 500.000 euro. Pneumaticone si è resa colpevole di condotte fortemente lesive dei diritti dei consumatori, mettendo in atto pratiche commerciali scorrette, ingannevoli e aggressive, oltre che pubblicità ingannevoli. Inoltre ha violato gli obblighi di informazione al consumatore nei contratti a distanza.

Una vicenda che Federconsumatori segue da tempo, la prima segnalazione all’AGCM in materia risale al 29 gennaio scorso. Ancora i primi giorni di agosto ricevevamo segnalazioni di consumatori che, a causa delle indicazioni non veritiere sul sito dell’azienda, erano indotti all’acquisto di prodotti in realtà non disponibili, oppure che lamentavano come le richieste di recesso venissero sistematicamente ignorate all’azienda.

A nulla è valso il tentativo, da parte di Pneumaticone, di scaricare ogni colpa sulle responsabilità delle banche e dell’Agenzia delle Entrate spagnola: come abbiamo sottolineato fin dal primo momento, non è ammissibile riversare sui cittadini la propria incapacità di gestione. Rinnoviamo l’invito a tutti gli utenti che ancora non avessero ottenuto i rimborsi a rivolgersi presso le nostre sedi, per richiedere le informazioni e l’assistenza del caso.

Quanto accaduto, però, riapre la riflessione sulla necessità e l’urgenza di adottare, anche attraverso buone prassi, una regolamentazione più precisa e stringente nel settore dell’e-commerce, per garantire ai consumatori adeguate tutele ai cittadini. Un’esigenza divenuta ancora più evidente vista la diffusione esponenziale del commercio online durante e dopo il lockdown.

Bruino Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore