/ CRONACA

CRONACA | 18 novembre 2020, 14:40

Cocaina nella scuderia dei cavalli, due arresti ad Aosta

Piero Bredy

Piero Bredy

Gli aostani Piero Bredy, di 62 anni, e Marco Cabraz (28) sono stati arrestati dalla polizia e posti ai domiciliari, accusati di detenzione e spaccio di cocaina. In base alle indagini della sezione Narcotici della Squadra mobile condotte dal pm Luca Ceccanti - si legge in una nota della Questura - è emerso che Bredy, istruttore di equitazione, procurandosi lo stupefacente da spacciare ad Aosta, "una volta ricevuto l'ordinativo di cocaina dal consumatore, si recava personalmente presso il domicilio dell'acquirente oppure" lo invitava "presso la propria abitazione, situata in posizione strategica su di una collina, raggiungibile solo percorrendo una strada poderale lunga e tortuosa e pertanto lontano da occhi indiscreti delle forze dell'ordine".

Durante la perquisizione domiciliare scattata all'alba di oggi mercoledi 18 novembre sono stati sequestrati 20 grammi di cocaina, già divisa in dosi e "pronta allo spaccio al prezzo di 100 euro al grammo". La droga era all'interno della stalla per i cavalli nelle vicinanze della casa: di qui il nome dell'operazione di polizia: 'White horse' ('Cavallo bianco' ndr).

La polizia ha scoperto inoltre "diverse migliaia di euro in contanti opportunamente occultati in casa di Bredy, provento dell'attività delittuosa". Cabraz, secondo gli investigatori, era una persona di fiducia di Bredy e spacciava la cocaina anche, per proprio conto, ad una cerchia di clienti fidelizzati. Gli stessi acquirenti hanno confermato di aver comprato lo stupefacente dai due indagati.

red.cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore