/ ECONOMIA

ECONOMIA | 16 novembre 2020, 10:16

La Commissione europea lancia la nuova agenda dei consumatori

La Commissione europea ha presentato la nuova agenda dei consumatori. Le priorità: transizione verde, trasformazione digitale, difesa dei diritti dei consumatori minati dalla pandemia

La Commissione europea lancia la nuova agenda dei consumatori

Transizione verde, trasformazione digitale e pandemia: a unirle c’è l’impatto che hanno avuto, e continueranno ad avere, sui consumatori, sui loro diritti e sul profilo di alcuni, più fragili rispetto ad altri. Oggi la Commissione europea ha presentato la nuova agenda dei consumatori, che permetterà ai consumatori di svolgere un ruolo attivo nelle transizioni verde e digitale.

Nuova agenda dei consumatori post-Covid

L’Europa mette al centro i consumatori, e si impegna a rivedere diverse normative di tutela, attraverso la nuova agenda dei consumatori. L’obiettivo è quello di aumentare la protezione e la resilienza dei consumatori durante e dopo la pandemia da Covid, che in forme diverse ha inciso sulla vita quotidiana delle persone. Basti pensare ai viaggi annullati, alle truffe online architettate per vendere prodotti spacciati come terapie anti-Covid, a tutto il tema dei raggiri online e della tutela dei diritti dei viaggiatori, sui quali la Commissione promette il suo impegno.

Bruxelles inoltre svolgerà un’analisi dell’impatto a lungo termine della Covid-19 sui modelli di consumo degli europei, che servirà da base per le future iniziative politiche La nuova agenda dei consumatori presenta le priorità e i punti d’azione sui quali lavorare nei prossimi cinque anni insieme agli Stati a livello europeo e nazionale. Fra questi c’è anche una nuova proposta legislativa per dare ai consumatori migliori informazioni sulla sostenibilità dei prodotti e adeguare la normativa vigente alla trasformazione digitale.

Nell’ottica della cooperazione internazionale, nel 2021 la Commissione elaborerà un piano d’azione con la Cina per migliorare la sicurezza dei prodotti venduti online. Sostiene Vera Jourová, Vicepresidente per i Valori e la trasparenza: «Vogliamo mettere i consumatori in grado di svolgere il loro ruolo nelle transizioni verde e digitale. Al tempo stesso dobbiamo garantire che le nostre norme a tutela dei diritti dei consumatori rimangano al passo con la realtà digitale odierna, in particolare attraverso un’applicazione rigorosa e una maggiore responsabilità delle piattaforme online».

Bruno Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore