/ Eccellenze Valdostane

Eccellenze Valdostane | 13 novembre 2020, 09:30

Premiati i migliori mieli della Valle d'Aosta al XXVI concorso regionale

L’Assessorato dell’Agricoltura e Risorse naturali della Regione autonoma Valle d’Aosta informa che, nel corso del mese di ottobre, si è svolto il XXVI Concorso mieli della Valle d’Aosta, consolidato appuntamento annuale, grazie al quale si vuole promuovere e valorizzare il settore apicolo valdostano ed i suoi prodotti di qualità, in primis le numerose tipologie di mieli di un ambiente montano

Foto repertorio

Foto repertorio

Quest’anno la produzione stagionale di miele, malgrado il clima di inizio primavera sia stato favorevole per le prime fioriture di interesse apistico e, conseguentemente ad un buon e precoce sviluppo delle colonie di api, e alla meteo instabile del mese di maggio con sbalzi termici notevoli, ha influenzato negativamente i raccolti primaverili del prezioso nettare dei fiori di tarassaco, così come del miele millefiori di fondo Valle.

Dalla seconda decade di giugno, in cui solitamente gli alveari sono spostati a quote più elevate, le temperature hanno raggiunto medie giornaliere decisamente alte e con scarse precipitazioni per gran parte dell’estate, ciò ha permesso di ottenere un ottimo raccolto nelle vallate laterali dell’alta Valle: considerevole infatti la produzione del pregiato miele di rododendro e del millefiori di alta montagna della Valle d’Aosta con medie di produzione ad alveare superiori alle aspettative.

La produzione del miele di castagno nelle zone vocate della bassa Valle è risultata seguire un andamento regolare, scarsa invece la produzione di miele di tiglio a quote basse, buono invece il raccolto del tiglio tardivo attorno ai 1000/1200 m s.l.m.

Più penalizzati invece gli apiari ubicati nei comuni della Valle del Cervino, della Valle di Champorcher, della Valle d’Ayas e della Valle del Lys, dove le principali fioriture di interesse apistico sono risultate in anticipo, ma con poche giornate di clima favorevole alla bottinatura da parte delle api.

L’Assessorato Agricoltura e Risorse naturali, al fine di dare il giusto rilievo al settore apistico e alle sue produzioni, in collaborazione con l’Associazione Consorzio Apistico della Valle d’Aosta, organizza ogni anno eventi per la valorizzazione del pregiato miele valdostano, tra questi il Concorso mieli della Valle d’Aosta.

Il Concorso dei Mieli della Valle d’Aosta rappresenta un’occasione importante per valorizzare e promuovere una delle eccellenze del nostro comparto agroalimentare, la filiera apicola, sulla quale l’Assessorato investe molto anche in termini di assistenza tecnica, consapevoli del ruolo che le api rivestono per l’ambiente in termini di mantenimento della biodiversità e di contributo attivo alle produzioni agrarie dichiara l’Assessore all’Agricoltura e alle Risorse naturali, Davide Sapinet- L’apicoltura, che in Valle d’Aosta conta più di 500 apicoltori per un totale di circa 8200 alveari, ha visto crescere negli anni la professionalità degli apicoltori, la diversificazione e la qualità del prodotto.

Nel corso del mese ottobre, presso la sala di degustazione dell’Assessorato, si è svolta la XXVI Edizione del Concorso alla quale sono stati presentati 119 campioni .

Su tutti i campioni presentati sono state eseguite analisi chimico-fisiche dall’Unità Analitica Miele del Laboratorio dell’Assessorato per un totale di 366 determinazioni; sui 59 mieli dichiarati monoflorali è stata inoltre effettuata, da un laboratorio esterno, l’analisi melissopalinologica per confermare l’appartenenza alla categoria dichiarata.

Come previsto dal Regolamento del Concorso sono stati premiati il 30% dei campioni presentati in ogni categoria.

Le commissioni di assaggio, composte da diciassette esperti assaggiatori, iscritti al relativo all’Albo Nazionale degli esperti in analisi sensoriale, hanno individuato i vincitori nelle diverse categorie e riconosciuto tre attestati di merito per la produzione delle tipologie di miele di Lupinella, Melata e Rovo.

Le categorie premiate:

Millefiori di montagna della Valle d’Aosta - prodotto ad una quota superiore ai 1200 m s.l.m. (12 campioni) 

Millefiori di montagna della Valle d’Aosta - prodotto ad una quota inferiore ai 1200 m s.l.m. (7 campioni)

Rododendro (6 campioni)

Castagno (2 campioni)

Tiglio (3 campioni)

Tarassaco (5 campioni)

I PREMIATI

red.pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore