/ CRONACA

CRONACA | 26 ottobre 2020, 15:23

Incidente elicottero, Procura di Aosta apre inchiesta

Gli uomini del Soccorso alpino valdostano e della Guardia di finanza sul luogo dello schianto

Gli uomini del Soccorso alpino valdostano e della Guardia di finanza sul luogo dello schianto

La procura di Aosta ha aperto un fascicolo sull'incidente di elicottero avvenuto a 3.000 metri di quota a Cime Bianche Laghi, tra Cervinia e Ayas, in cui è morto il manager bresciano Alfredo Buda, di 59 anni. L'indagine, coordinata dal pm Luca Ceccanti, dovrà chiarire le cause che hanno portato all'incidente; per il momento a causa delle condizioni meteorologiche avverse non è possibile un sopralluogo del posto.

Nella notte, i militari del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Breuil-Cervinia, che stanno svolgendo le indagini, hanno scattato numerose foto del luogo del disastro che saranno messe agli atti. Da una prima ricostruzione dei fatti, l'elicottero, un Robinson 44, risulterebbe di proprietà del 61enne Giorgio Oliva, rimasto gravemente ferito nell'incidente. Secondo quanto si è appreso, era Oliva che pilotava l'elicottero che per cause ancora da accertare si è schiantato.

L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio, quando i due dopo aver sciato tutto il giorno sono risaliti in elicottero per rientrare a casa. La salma di Buda sarà portata nella camera mortuaria dell'ospedale regionale di Aosta in attesa che il magistrato dia il nullaosta per l'autopsia; un'indagine è stata aperta anche dall'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore