/ ECONOMIA

ECONOMIA | 14 ottobre 2020, 05:00

Valfidi sale in quota e si espande nella Provincia Granda

Dopo aver riportato a casa i valdostani confluiti in Ascom Confidi NordOvest Valfidi incorpora il Consorzio fidi di Confartigianato di Cuneo

Fulvio Vicquery presidente Valfidi e dal primo gennaio di Alpifidi

Fulvio Vicquery presidente Valfidi e dal primo gennaio di Alpifidi

Stock di Garanzie: 97,5 Mil. di Euro Valfidi + 36,4 Mil. CFC = circa 134 mil. di euro di garanzie per Alpifidi; Qualità dello stock di garanzie di Alpifidi: 90% di Bonis e 10% di garanzie deteriorate e un NPL ratio al 11,8%; Patrimonio Netto di Alpifidi: 18,8 mil. di Euro; Solidità patrimoniale: Alpifidi avrà un CET1 Capital ratio del 22,3%; Volume delle attività finanziarie di Alpifidi: 170 milioni di Euro. Sono i numeri che per gli adetti ai lavori garantisco nono l’ottimo stato di salute di Valfidi, il consorzio fidi presieduto da Laurent Vicquery, che ha assunto una posizione preminente nel modo del credito per le piccole e micro imprese.

Da sn: Adriano Valieri, direttore generale Confcommercio VdA; Stefano Fracasso, segretario Confartigianato VdA; Laurent Vicquery e Roberto Ploner, rispettivamente Presidente e Direttore generale Valfidi

Presidente possiamo parlare di terremoto nel mondo finanziario e per l’accesso al credito per le piccole e micro imprese?

“Direi di no. Stiamo solo operando perché vogliamo essere in grado di metterci al 100 per cento della piccola imprenditoria nel rispetto delle norme e delle disposizioni della Banda d’Italia”.

E’ indiscutibile: avete fatto due colpi grossi portando in Valle realtà imprenditoriali che avranno maggiori opportunità per accedere al credito…

“E’ vero. Nei mesi di settembre e ottobre 2020 Valfidi ha portato a compimento 2 operazioni straordinarie di rilevanza strategica: a settembre l’acquisizione del ramo d’azienda Valle d’Aosta di Ascomfidi Nordovest ovvero il ramo d’azienda riferito all’ex confidi CTS incorporato da Ascomfidi Nordovest nel 2015. L’operazione ha garantito il rientro in Valle d’Aosta di oltre 800 imprese e un apporto di attività finanziarie pari circa 22 mil. di euro”.

E la seconda?

“A ottobre la delibera di fusione per incorporazione di Confartigianato Fidi Cuneo in Valfidi S.c., assunta all’unanimità dai soci, che garantirà a partire dal 1° gennaio 2021 nuove attività finanziarie pari a 45 mil. di Euro e 5.000 nuovi soci”.

Con quale risultato?

“Il risultato è che Valfidi potrà mantenere lo status di vigilato superando l’impasse creatasi ad ottobre 2019, quando confidi Valle d’Aosta, che aveva sottoscritto un accordo di aggregazione con Valfidi, condiviso con la Banca d’Italia, per addivenire ad un unico confidi valdostano, ha deciso di avviare un progetto di fusione con un confidi Umbro/Toscano”.

Deluso dalla mancata aggregazione?

“Ognuno compie le scelte che preferisce e noi abbiamo pensato bene creare Alpi Fidi”.

Alpifidi Società Cooperativa estende la sua operatività dal Monte Bianco al mar ligure; la sede legale, la sede amministrativa e la sede direzionale saranno ad Aosta; a Cuneo vi sarà una sede secondaria operativa. La Direzione Generale di Alpifidi sarà affidata all’attuale Direttore di Valfidi e la struttura organizzativa ricalcherà quella attuale di Valfidi al fine di garantire continuità operativa e di conduzione della cooperativa. Presidente le ragioni della creazioni di Alpifidi?

“Raggiungere la soglia dei 150 milioni di attività finanziarie richiesta dalla Banca d’Italia per mantenere lo status di intermediario finanziario vigilato; Superare le criticità del sistema confidi legate al basso valore economico del prodotto garanzia, alle difficoltà delle banche ad interfacciarsi con confidi non intermediari finanziari ed alla disintermediazione dei confidi derivante dalle garanzie del Fondo Centrale per le PMI; Consolidare il confidi raggiungendo una soglia di volumi minima tale da rendere l’attività sostenibile”.

Dunque una fusione tra due confidi sani, con l’obiettivo di costituire un soggetto strutturato di riferimento per le imprese del NordOvest?

“Esatto e di questo devo dare atto alla Presidenza di Confcommercio VdA che per alcuni anni ha operato con successo per portare in Valfidi e soci valdostani di Ascom Fidi, ed ai colleghi della dirigenza di Confartigianato VdA che hanno svolto un ruolo importante per giungere all’incorporazione del Confidi Confartigianato Cuneo permettendoci così abbracciare tutti i settori economici fornendo servizi a tutte le micro, piccole e medie imprese”.

(Nella foto Adriano Valieri a sn, Direttore generale Confcommercio VdA, e Stefano Fracasso, Segretario di Confcommercio VdA)

piero.minuzzo@gmail.com

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore