/ AGRICOLTURA

AGRICOLTURA | 13 ottobre 2020, 10:30

Bilancio positivo per l’edizione di Marché au Fort 2020

Bilancio positivo per l’edizione di Marché au Fort 2020

Nel rispetto delle norme anti Covid, si è svolta sabato 10 e domenica 11 ottobre al Forte di Bard la 16esima edizione di Marché au Fort, annuale appuntamento dedicato alle eccellenze agroalimentari della nostra regione.

L’edizione di quest’anno presentava alcune novità rispetto al format degli anni passati, legate essenzialmente alla necessità di adeguare l’organizzazione e lo svolgimento dell’iniziativa alle disposizioni e ai protocolli conseguenti all’emergenza Covid-19,  in particolare per quanto atteneva agli spazi, al numero degli espositori, ai flussi di visitatori ammessi e a ogni altro aspetto inerente il programma delle giornate, quest’anno improntato esclusivamente sull’esposizione e vendita dei prodotti.

La scelta di articolare l’iniziativa su due giornate, il sabato e la domenica, si è rivelata vincente poiché, tenuto conto che il numero di ingressi era contingentato, si é registrato l’afflusso massimo consentito, circa 4200 visitatori, a beneficio dei produttori e delle aziende presenti.

Complessivamente gli espositori presenti hanno espresso soddisfazione per la partecipazione all’iniziativa, i visitatori hanno potuto apprezzare le diverse filiere agroalimentari del territorio e scoprire i prodotti, guidati dai produttori che hanno avuto modo di far conoscere le proprie aziende a un pubblico interessato e attento alla qualità e alle specificità delle rispettive produzioni.

"L’organizzazione di Marché au Fort quest’anno è stata una sfida che, nonostante il periodo non semplice  per l’organizzazione di eventi, abbiamo comunque voluto proporre - dichiara il Presidente della Giunta, Renzo Testolin - convinti che fosse necessario ripartire da una vetrina così tradizionalmente importante per la promozione e la valorizzazione del settore agro-alimentare come il Marché au Fort, per il rilancio di un settore che proprio nel periodo autunnale vede la produzione di tante eccellenze".

Tenuto conto delle limitazioni e restrizioni conseguenti alle disposizioni sanitarie vigenti, "il bilancio della manifestazione è stato soddisfacente - continua il Presidente  - il sistema di prenotazione obbligatoria è stato efficace e l’affluenza ha raggiunto, con oltre 4.000 persone, il numero massimo di visitatori consentito nelle due giornate e anche la formula del fine settimana credo potrà essere replicata in futuro indipendentemente dalle esigenze imposte dall’attuale emergenza sanitaria".

"Insieme ai partner Associazione Forte di Bard, Chambre Valdotaine e Comune di Bard siamo riusciti nell’intento di ridare fiducia agli operatori del settore agroalimentare e rilanciare con forza il valore dei nostri prodotti, confermando il bisogno di cose semplici e vere che la popolazione ricerca sempre con maggiore attenzione  - conclude il Presidente della Regione.

Anche l’iniziativa “Sapori valdostani offerti dalla Chambre”, realizzata dalla Camera di Commercio valdostana per incentivare la conoscenza e la diffusione dei prodotti enogastronomici del territorio e favorire gli acquisti da parte dei visitatori, ha riscosso un buon successo sia in termini di adesione che di risultati.

I buoni del valore di 15 euro distribuiti nelle due giornate della manifestazione a seguito di un acquisto di almeno 50 euro presso le imprese espositrici sono stati 1.051,  con una spesa minima generata presso le imprese di circa 70 mila euro .

"Credo che i dati, così come le impressioni raccolte presso le imprese espositrici – commenta il presidente della Chambre, Nicola Rosset – confermino come la decisione di organizzare la manifestazione, nonostante la complessa situazione sanitaria, sia stata giusta. Da una prima analisi dei dati inerenti l’iniziativa realizzata dalla Chambre, infatti, emerge come nonostante un numero minore di visitatori, si sia registrata una spesa pro capite media più alta di circa il 40%".

Rosset ringrazia in questo senso "le imprese che hanno aderito all’iniziativa e che si sono attenute rigidamente alle prescrizioni imposte dalla nuova formula. Un segno che, se tutti lavorano nella stessa direzione, è possibile ottenere risultati importanti anche in un momento difficile come quello attuale".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore