/ ECONOMIA

ECONOMIA | 01 ottobre 2020, 12:00

Dal Gal VdA fondi cospicui per interventi di riqualificazione del patrimonio storico dei villaggi

Dal Gal VdA fondi cospicui per interventi di riqualificazione del patrimonio storico dei villaggi

Recuperare e valorizzare il patrimonio storico e culturale locale per contribuire allo sviluppo integrato e alla conservazione dell’identità rurale dei territori. Questo l’obiettivo del bando 7.6  - Sostegno per investimenti relativi alla manutenzione, al restauro e alla riqualificazione del patrimonio culturale e naturale dei villaggi, del paesaggio rurale che ha visto un’adesione numerosa da parte di Comuni, Parrocchie ed Associazioni.

Sono 16 i progetti finanziati per un importo totale dei lavori di 1.900.000 euro e con un contributo dell’80% a fondo perduto di 1.500.000 euro provenienti dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Risorse importanti che vogliono restituire qualcosa di concreto e tangibile alla collettività, completando e integrando l’offerta turistica del territorio.

Dal recupero di mulini e torchi, alla realizzazione di centri culturali e spazi espositivi-museali in edifici storici, sono variegati gli interventi per i quali è stato richiesto il finanziamento. Tra questi emergono anche interessanti interventi di restauro e conservazione di beni religiosi come cappelle e chiese e di alcuni siti archeologici e medievali.

Si tratta di edifici dal grande pregio storico, culturale e architettonico che grazie ai fondi Gal potranno essere restituiti alla fruizione della comunità.  

“Gli interventi per i quali è stato richiesto il finanziamento - commenta il Presidente del GAL, Alessandro Giovenzi - sono molto interessanti e dimostrano la volontà delle amministrazioni, come anche delle parrocchie e delle associazioni, di recuperare e contestualmente valorizzare importanti testimonianze del nostro patrimonio storico-religioso, in un’ottica di riqualificazione del territorio e di rinnovo dell’offerta turistica. Il mantenimento e la salvaguardia dei piccoli borghi montani è uno degli obiettivi prioritari del GAL, che ha infatti destinato circa il 40% delle risorse disponibili proprio per il miglioramento della fruibilità del territorio”.   Gli enti finanziati avranno ora tempo 3 mesi per presentare i progetti esecutivi e presumibilmente, all’inizio del 2021, dare avvio ai lavori che dovranno essere completati in 24 mesi.  

Si ricorda infine che è in scadenza l’ultimo bando del GAL della programmazione 2014-2020 per “Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”, che prevede possibilità di finanziamento a fondo perduto pari al 70%. Gli interessati dovranno consegnare le domande di sostegno entro le ore 12.00 di mercoledì 7 ottobre 2020.  

Per maggiori informazioni: www.gal.vda.it

info Gal VdA

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore