/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 26 settembre 2020, 09:26

ELEZIONI: Aosta, Potere al Popolo sostiene lista Gianni Nuti

ELEZIONI: Aosta, Potere al Popolo sostiene lista Gianni Nuti

"Pur distanziandoci nettamente e fermamente dalle politiche neoliberiste portate avanti dal PD, UV e altre forze autonomiste, sosteniamo al ballottaggio il candidato sindaco Gianni Nuti e invitiamo tutte le antifasciste e gli antifascisti di questa città a fare lo stesso".

Con una nota del Coordinamento regionale la lista del Movimento di sinistra 'Potere al Popolo-PaP' si rivolge così ai valdostani che l'hanno scelta per la guida del Comune di Aosta alle elezioni comunali del 20 e 21 settembre sottolinando che "il 3% ottenuto (461 voti ndr) non ci permette di avere una rappresentanza in Consiglio comunale, ma siamo comunque soddisfatti di questo risultato, perché abbiamo dato il massimo e abbiamo portato in questa campagna temi importanti come la lotta al clientelismo e il netto rifiuto del sistema mafioso criminale, la solidarietà, la difesa dei beni collettivi, degli spazi e dei servizi pubblici".

Per Potere al Popolo "la cosa più bella di tutte è stato l’avvicinamento e l’impegno di molti giovani per il Movimento, portando il loro entusiasmo, la loro creatività e la loro forza nella costruzione di una comunità umana e solidale, per un futuro diverso e un avvenire migliore. Queste elezioni ci hanno offerto anche l’opportunità di farci conoscere, di far crescere il nostro progetto e ci hanno dato una bella spinta nel continuare il percorso di radicamento sul territorio che abbiamo intrapreso da due anni e mezzo".

Al di là della percentuale "crediamo di aver dimostrato di essere coerenti con quanto affermiamo ogni giorno: la necessità di fare politica dal basso, fra la gente, seguendo i principi di eguaglianza, libertà e giustizia sociale sanciti dalla Costituzione, che sono il faro del nostro movimento e di cui riteniamo vi sia un grande bisogno in questa società sempre più tendente all’individualismo, alla competizione, all’oppressione, agli interessi privati e al profitto".

PaP afferma che "lo scenario che ci si apre davanti è quello di una città medaglia d’oro alla Resistenza che rischia di essere governata dalle destre. Parallelamente il ricompattarsi delle forze autonomiste e il riapparire tra le loro fila di personaggi del passato che hanno già dimostrato di gestire malissimo la nostra regione, mettendola in mano a cricche clientelari e mafiose, non ci fa sperare in un reale cambio di rotta".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore