/ Info consumatori

Info consumatori | 21 settembre 2020, 17:00

Le scarpe con le punte alzate possono creare problemi muscolari

Soprattutto per le scarpe da corsa, la curvatura aiuta la parte anteriore del piede a scivolare in avanti quando si cammina o si corre, migliorando il comfort

Le scarpe con le punte alzate possono creare problemi muscolari
A dirlo sono dei ricercatori della Chemnitz University of Technology in Germania che hanno utilizzato telecamere e sensori per misurare le forze sui piedi di 13 volontari mentre camminavano a piedi nudi su un tapis roulant e mentre indossavano sandali con diversi gradi di punta rialzata.
Freddy Sichting, coordinatore della ricerca, spiega  di aver notato che maggiore è la curvatura verso l’alto, minore è il lavoro che i muscoli del piede devono eseguire: “Pensiamo che questo sia il motivo per cui le scarpe con molle in punta sono così comode”, afferma Sichting, la cui ricerca è stata pubblicata sulla rivista Scientific Reports. “I muscoli del piede devono fare meno lavoro per stabilizzare l’articolazione della punta quando si solleva il tallone e si spinge in avanti.” Eppure, sebbene lo studio non abbia misurato l’impatto a lungo termine delle molle dei piedi, Sichting sospetta che, nel tempo, i muscoli possano indebolirsi al punto che altre strutture del piede, come i legamenti, debbano prendere il sopravvento. Ciò può aumentare la suscettibilità a condizioni come la fascite plantare, in cui la fascia di tessuto che sostiene l’arco del piede si infiamma, provocando un intenso dolore al tallone e all’arco.
Trevor Prior,  chirurgo podologo consulente, docente di clinica senior presso la Queen Mary University di Londra e portavoce del College of Podiatry, ha dichiarato: “È chiaro che questo tipo di scarpa altera la funzione e preserva l’energia, da qui il vantaggio visto con le scarpe da corsa, progettato in questo modo”. Tuttavia la potenziale riduzione della forza muscolare e del rischio di lesioni è rimasta teorica. In ogni caso Prior  consiglia di indossare una gamma di calzature per ridurre al minimo l’effetto negativo che qualsiasi modello di scarpa specifico potrebbe avere nel tempo.
Anche Sichting dà un consiglio simile: “Uso tutti i tipi di scarpe, ma anche scarpe a piedi nudi. I nostri piedi si sono evoluti per camminare a piedi nudi nel corso di milioni di anni e le scarpe moderne con molle, ammortizzazione e supporto dell’arco plantare sono un fenomeno molto recente. Danno conforto, ma sono anche consapevole degli aspetti negativi, quindi cerco di allenare regolarmente i muscoli dei piedi “.

Bruno Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore