/ EVENTI E APPUNTAMENTI

EVENTI E APPUNTAMENTI | 10 settembre 2020, 09:49

Sabato l'ultimo spettacolo della tournée estiva per famiglie di Palinodie

'Jacques e il fagiolo magico' andrà in scena in un prato al Centro delle Famiglie di Aosta, il 19 settembre alle ore 16

Una scena dello spettacolo (Courtesy of Courmayeur Mont Blanc)

Una scena dello spettacolo (Courtesy of Courmayeur Mont Blanc)

Si è conclusa la tournée valdostana degli spettacoli di Palinodie, portati in scena nell’estate 2020 per la rassegna Fiabe nel bosco, creata dall'Office Régional du Tourisme, e per la rassegna Fiabe Remix, curata dalla Biblioteca di Courmayeur e da CSC, testi e regia Stefania Tagliaferri, Verdiana Vono

La stagione si è aperta venerdì 26 giugno e si è costituta di 50 repliche. La rassegna ha riscosso un grande successo tra il pubblico di turisti e residenti che, nel rispetto del distanziamento previsto per gli spettacoli dal vivo, si sono riuniti numerosi a tutti gli appuntamenti, superando i 6500 spettatori.

Gli spettacoli sono andati in scena all’aperto, nel bosco e in contesti naturalistici di grande impatto; attori in scena Alessandro Balestrieri, Andrea Cazzato, Eleonora Cicconi, Solidea Podda.

Per il secondo anno consecutivo, la compagnia teatrale Palinodie ha ideato un progetto di narrazione all’insegna del remix e del pastiche. Sette fiabe classiche sono state trasportate all’interno della tradizione e del leggendario della Valle d’Aosta: il risultato è un viaggio mirabolante ed eccentrico tra riferimenti noti e radicamenti alpini.

Ogni titolo del ciclo ha visto in scena una coppia di artisti ed è musicato dal vivo. I titoli degli spettacoli in tournée per l'estate sono stati: Biancaneve e la Mela Renetta; La Sirenetta con i piedi di capra, Cappuccetto Rosso e il Pan Ner; Ravanin prigioniera della torre; Aladino e il genio della grolla, Jacques e il fagiolo magico; Pinocchio e il Miracolo di sant’Orso.

Il ciclo è pensato tanto per il giovane pubblico quanto per gli adulti, così che il momento di teatro possa attivare una dimensione di condivisione tra i presenti. A questi spettacoli partecipano insieme appassionati, bambini e bambine che per la prima volta vedono teatro e pubblico consolidato.

Ai piccoli partecipanti è stato consegnato un passaporto delle fiabe, con giochi legati agli spettacoli e narrazioni sul fare teatro. Il pubblico ha inoltre partecipato a un contest fotografico sui canali social: una modalità di engagement che ha testimoniato il dinamismo e la sensibilità degli spettatori rispetto al progetto.

La poetica della compagnia, che ha dedicato molte energie artistiche al racconto e alla riscoperta del territorio, trova qui un apice dedicato ai temi della natura, del rapporto con la tradizione e con l’eredità del passato. La ricerca drammaturgica, protagonista delle produzioni di prosa di Palinodie, è al centro anche delle produzioni di teatro ragazzi. Il testo è il punto di partenza del processo creativo: le drammaturgie di questi spettacoli sono un luogo per sovvertire l’equilibrio consolidato nelle fiabe dello stereotipo di genere, delle disuguaglianze sociali, della speculazione ambientale e per mostrare un universo alternativo e auspicato per le generazioni future.

Dopo la parola, il lavoro di creazione passa attraverso un disegno preciso della regia che restituisce questa visione teatral-poetica del mondo, di cui attori e attrici si fanno  testimoni senza risparmiarsi in nulla, in una piena esplorazione di voce, corpo, ritmo, dinamiche, canzoni.

Per il progetto 'Fiabe nel bosco' e 'Fiabe Remix' la compagnia ha attivato un processo che coinvolge tutti i mestieri del fare teatro, situazione sempre più rara nel contesto produttivo contemporaneo.Tra giugno e agosto i lavori hanno toccato i comuni valdostani di Brusson, Gressoney-Saint-Jean, Morgex, Introd, Rhemes-Notre-Dame, Torgnon, Champorcher, Valpelline, Bionaz e Courmayeur.

Il prossimo spettacolo del ciclo in programma è 'Jacques e il fagiolo magico', che andrà in scena al Centro delle Famiglie di Aosta, sabato 19 settembre alle ore 16, in un prato nei pressi della sede (informazioni sulla pagina FB del Centro delle famiglie di Aosta), per la presentazione al pubblico delle attività autunnali.

Il rapporto tra turismo e cultura, tema caldo in queste settimane pre-elettorali, ha sicuramente modo di esprimersi in un progetto come Fiabe nel bosco. Qui l'elemento culturale, rappresentato dall'espressione teatrale, non si fa limitare dalla missione di comunicare il territorio e anzi, proprio nella ricerca di un equilibrio tra le diverse vocazioni si nutre e cresce.

Resta comunque fondamentale rivendicare il diritto della cultura di non esaurirsi nella vocazione turistica, perché pur rappresentando una grande opportunità, la cultura rimane un pilastro fondamentale nell'architettura della comunità, come valore assoluto.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore