/ ECONOMIA

ECONOMIA | 10 settembre 2020, 09:48

Social Commerce: la nuova era dello shopping online

"Social Commerce" - questo è un nuovo fenomeno dal mondo dello shopping online

Social Commerce: la nuova era dello shopping online

Una piccola rivoluzione già iniziata che consente alle aziende, grandi o piccole, di vendere i propri prodotti tramite i social network. Per i consumatori, tuttavia, con l'aumentare delle opportunità, aumentano anche i rischi e le preoccupazioni, soprattutto per quanto riguarda la trasparenza e la protezione dei dati.

L'idea di fondo del social Commerce, che ha già preso piede nel mercato americano, consiste nella pubblicazione e commercializzazione dei prodotti tramite i social network, anziché tramite specifici siti web aziendali e negozi online come avveniva in precedenza. Facebook e molte altre piattaforme ben note sono pronte a supportare questa nuova tendenza sviluppando le proprie sezioni per essa. A differenza dell'e-commerce tradizionale, gli acquisti ei pagamenti vengono effettuati all'interno del rispettivo social network, tramite piattaforme integrate nei siti web e nelle app. 

Queste piattaforme consentono alle aziende di vendere beni online attraverso i loro profili social. Il potenziale di questo metodo di vendita è ovviamente enorme, poiché in definitiva consente a ogni azienda, non importa se piccola o grande, di avere accesso al mercato delle vendite online quasi gratuitamente.

Cosa cambia per i consumatori?

Il nuovo sviluppo non riguarda solo le aziende, ma soprattutto i singoli consumatori e il loro approccio allo shopping online. Il marketing e la pubblicità dei prodotti offerti in vendita sono orientati a ciò che i consumatori hanno cercato e / o cliccato sulla rispettiva piattaforma social. Questo può essere fatto molto semplicemente scorrendo le foto o i “tag” di interesse (i famosi hashtag #, che significa che sono assegnati ad aree tematiche) cliccando su un prodotto. Dopo aver cliccato sul prodotto visualizzato, che potrebbe anche essere presentato dal tuo influencer preferito, sei già nel processo di acquisto, senza passaggi intermedi e senza lasciare la piattaforma.

L'avanzata del cosiddetto social Commerce porta con sé anche alcuni inevitabili dubbi sulla sicurezza e sulla privacy. La prima preoccupazione sta nel fatto che la semplicità dell'acquisto rende disattenti. È fondamentale verificare sempre da chi si acquista online, poiché il social network che ospita la transazione non è il venditore, ma solo un marketplace che ospita venditori terzi. Il marketing sempre più personalizzato suggerisce poco di buono in termini di protezione dei dati.

 I singoli utenti diventano sempre più trasparenti attraverso le informazioni che pubblicano nei social network e attraverso i loro click in rete. C'è il rischio di essere soggetti a marketing aggressivo o, nel peggiore dei casi, che i tuoi dati sensibili o i dettagli di pagamento vengano rubati. È importante che i consumatori sviluppino una consapevolezza del valore economico dei propri dati per le aziende. 

Si deve essere consapevoli che tutti i dati personali che finiscono su Internet aiutano le aziende a commercializzare i loro prodotti in modo mirato e, nel peggiore dei casi, possono essere rubati e utilizzati in modo improprio da truffatori.

 La cura nel trattare i propri dati è di fondamentale importanza, perché Internet non dimentica nulla. Pertanto si deve riflettere attentamente su quali informazioni personali mettere online . Il rimedio più efficace è sempre quello di procedere con la massima cura e fare attenzione!  

Bruno Albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore