/ CRONACA

CRONACA | 07 settembre 2020, 16:22

Iniziano lavori conservativi viadotto Bumaz sulla statale del Gran San Bernardo

In programma il ripristino delle superfici in calcestruzzo, la sostituzione dei giunti, ricostruzione cordoli e pavimentazione. 940 mila euro l’investimento per l’esecuzione dei lavori

Iniziano lavori conservativi viadotto Bumaz sulla statale del Gran San Bernardo

L'Anas ha programmato l’intervento di risanamento conservativo del viadotto ‘Bumaz’, lungo la strada statale 27 “del Gran San Bernardo” a Gignod.  

Per consentire l’avvio dei lavori, da mercoledì 9 a venerdì 11 settembre sarà attivo il senso unico alternato nella fascia oraria 8:00 – 17:00. A seguire il cantiere si sposterà al di sotto dell’infrastruttura per i ripristini localizzati delle superfici senza interferire con la viabilità lungo la statale. Le successive fasi di intervento torneranno a interessare la sede stradale senza mai richiedere la chiusura al transito dell’intera carreggiata.

Il programma dei lavori, particolarmente corposo, prevede il rifacimento dello strato superficiale copriferro delle pile e degli appoggi, soggetto all’azione combinata delle miscele saline utilizzate durante il trattamento invernale della carreggiata e degli agenti atmosferici, il ripristino dei cordoli laterali su cui sono alloggiate le barriere di protezione, la ricostruzione dei giunti di dilatazione e il risanamento della pavimentazione.

L’investimento complessivo per l’esecuzione dei lavori ammonta a circa 940 mila euro.Anas, società del Gruppo FS Italiane, ricorda che quando guidi, Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri (guidaebasta.it). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore