/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 05 settembre 2020, 18:00

Domani domenica 6 settembre saint Bertrand

Sancte Michaël Archangele, ora pro me!   Alle tre, pensa a Gesù.   (San Pio da Pietrelcina)

Domani domenica 6 settembre saint Bertrand

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Domenica 6 settembre
Cattedrale ore 7.30
S. Messa

Eremo di San Grato - ore 17.30
Santa Messa con i giovani

Lunedì 7 settembre
Cattedrale - ore 9.30
S. Messa Pontificale per la Solennità di San Grato Patrono della Città e della Diocesi
e Ordinazione sacerdotale di don Alessandro Valerioti

Cattedrale - ore 17.00
Vespri Pontificali

Martedì 8 settembre
Vescovado - mattino
Udienze

Mercoledì 9 settembre
ore 14.30-17.30
Riunione in videoconferenza del Consiglio Affari Giuridici della CEI

Giovedì 10 settembre
ore 8.30-12.30
Riunione in videoconferenza del Comitato CEI per la valutazione dei progetti di intervento
a favore dei beni culturali ecclesiastici e dell'edilizia di culto

Venerdì 11 settembre
Vescovado - mattino
Udienze

Seminario Maggiore - ore 17.30
Partecipazione alla presentazione del volume "Cimitero di Sant'Orso. Voci e antiche memorie"
a cura del Circolo del Cardo

Domenica 13 settembre
Saint-Oyen, Monastero Regina Pacis - ore 7.45
Santa Messa

Martedì 15 settembre
Pianezza - ore 9.30-16.30
Assemblea della Conferenza Episcopale Piemontese

Mercoledì 16 settembre
Vescovado - pomeriggio
Udienze

Giovedì 17 settembre
ore 8.30-12.30
Riunione in videoconferenza del Comitato CEI per la valutazione dei progetti di intervento
a favore dei beni culturali ecclesiastici e dell'edilizia di culto

Seminario maggiore - ore 17.30
S. Messa per l'inizio dell'anno scolastico

Venerdì 18 settembre
Vescovado - pomeriggio
Udienze

Sabato 19 settembre
Saint-Oyen, Monastero Regina Pacis - ore 7.30
Santa Messa

 

 Le Messager Valdotain ricorda domenica 6 settembre saint Bertrand

La Chiesa ricorda   Sant' Eva Martire venerata a Dreux

Sant’Eva (in francese Ève) è una vergine martire venerata a Dreux di cui è Patrona (città della Francia settentrionale, dipart. Eure et Loir sulla Blaise), di lei si sa solo quello che la tradizione ha rimandato e cioè il suo martirio, che avvenne con ogni probabilità in una delle persecuzioni dei primi secoli del cristianesimo.

Per il resto non sappiamo quando e come visse, non sappiamo chi fu, ma certamente innamorata del suo Gesù, per il quale affrontò il martirio, come altre decine di migliaia di cristiani, uomini, donne e anche fanciulli, in quel triste e pure tanto glorioso periodo dell’avvento del Cristianesimo, nel vasto Impero Romano.

La Rivoluzione Francese alla fine del Settecento, fece scomparire una cappella eretta nel 1653 e dedicata a sant’Eva ed anche una croce più antica, che era stata posta, secondo la tradizione sul luogo del martirio.

La chiesa di S. Pietro a Dreux conserva alcune sue reliquie e dal 1946 la sua festa in città, che ricorre il 6 settembre, è celebrata con il rito doppio di prima classe con ottava, cioè con solennità e per gli otto giorni successivi.

 

Il nome Eva deriva dall’ebraico Hauuâh o Héva, che significa “madre dei viventi”; nei Calendari vi sono quattro sante con questo nome, compresa Eva la progenitrice, venerate in giorni diversi.

Il sole sorge alle ore 6,50  e tramonta alle ore 19,53

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore