/ Elezioni comunali

Elezioni comunali | 16 agosto 2020, 13:00

ELEZIONI: Jovençan; Pour Per Jovençan ricandida Vally Lucianaz e promuove a vice sindaco Henri Quendoz

È stata presentata questa mattina, negli uffici del municipio di Jovençan, la lista “pour per Jovençan”, che indica la sindaca uscente, Vally LUCIANAZ, come candidata alla carica di sindaco e l’assessore uscente al territorio, all’ambiente e all’agricoltura Henri QUENDOZ, come candidato alla carica di vicesindaco

Vally Lucianaz e Henri Quendoz

Vally Lucianaz e Henri Quendoz

Il contrassegno di lista, con la sagoma verde del territorio comunale al centro di un cerchio formato da due parentesi rossonere e dalla scritta “pour per Jovençan”, è già conosciuto dai Dzouensaen poiché è lo stesso che ha vinto le elezioni comunali del 2015.

Chi è Vally LUCIANAZ? Una ragazzina di 53 anni, minuta, riservata, cocciuta e risoluta. Moglie, mamma, maestra e adesso anche nonna. Ma soprattutto sindaca di Jovençan negli ultimi cinque anni. Di poche parole, ma di molti fatti. Senza nessuna esperienza, ha affrontato con coraggio e determinazione questioni piccole e grandi rimaste in sospeso perché difficili da risolvere senza urtare o perché considerate poco redditizie. Ha risolto molto, progettato parecchio. E finalmente deciso di proporsi di nuovo ai Dzouensaen per riuscire a portare a termine il cammino intrapreso al servizio della comunità.

Un cammino che ha condiviso anche con Henri QUENDOZ, un giovanotto di 41 anni, i cui occhi sorridono fieri quando parla dei suoi due bimbi e della sua compagna di vita, ma anche quando descrive il suo lavoro nell’azienda agricola di famiglia, che rinnova e modernizza con ardore e con passione.

Un giovanotto che ha trovato il tempo, in questi ultimi cinque anni, di lavorare anche per la comunità, di pensare al territorio di Jovençan, proteggendo per quanto possibile la qualità dell’ambiente, e di rispondere al meglio alle necessità degli agricoltori locali. Molto rimane da fare per aiutare e valorizzare come meritano coloro che, lavorando la terra, ci permettono di avere una Valle d’Aosta paradisiaca, almeno dal punto di vista ambientale: ecco perché anche lui ha deciso di replicare, impegnandosi anche di più, in qualità di vicesindaco.

red. el.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore