/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 10 agosto 2020, 10:56

Sì al bonus a fondo perduto alle imprese e ai liberi professionisti

Sì al bonus a fondo perduto alle imprese e ai liberi professionisti

Il Governo regionale ha approvato le disposizioni applicative per la concessione del bonus alle imprese e ai liberi professionisti per la ripresa delle attività, previsto dalla legge regionale anticrisi dello scorso 13 luglio.

"Si tratta di un contributo a fondo perduto - si legge in una nota della Presidenza di Giunta - una tantum e non ripetibile, diretto a tutte le imprese e ai liberi professionisti valdostani che abbiano riportato una contrazione del fatturato e dei corrispettivi di almeno il 40 per cento in un trimestre 2020 (marzo aprile e maggio oppure giugno, luglio e agosto), rispetto ai periodi corrispondenti dell’anno 2019; per coloro che hanno iniziato l’attività nel 2020, il contributo spetta anche in assenza di tale requisito".

Il bonus è concesso in misura forfetaria, da 3.000 a 7.500 euro, a seconda della classe di fatturato di riferimento del beneficiario; per fatturati, nell’anno 2019, superiori ai 5 milioni di euro il contributo non è previsto. Per gli operatori economici che hanno iniziato l’attività nel 2020, il contributo è fisso e stabilito in 3.000 euro.

Qualora il beneficiario del bonus abbia sostenuto costi per il pagamento di canoni di locazione o di concessione di immobili a uso non abitativo o di affitto di azienda, destinati allo svolgimento dell’attività di impresa, in almeno uno dei mesi del 2020 che precedono quello di presentazione della domanda, ha diritto a un incremento del 10% del valore del bonus.

Il contributo è concesso a domanda, per ordine cronologico di ricevimento e nei limiti degli stanziamenti di bilancio, sulla base del possesso dei requisiti auto-dichiarati dal richiedente.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma dedicata, accessibile dalla home page del sito internet istituzionale www.regione.vda.it, a partire dal 18 agosto e fino al 31 ottobre 2020.

L’accesso alla piattaforma potrà avvenire esclusivamente attraverso SPID o Carta nazionale dei servizi (TS CNS).Per qualsiasi informazione o chiarimento verrà attivato un apposito numero verde a far data dal 13 agosto 2020.

A partire da tale data sarà, altresì, possibile accedere alla sezione del sito dell’Amministrazione regionale dedicata a tali misure, dove si potranno trovare le informazioni utili e le relative FAQ.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore