/ Confcommercio VdA

Confcommercio VdA | 08 agosto 2020, 10:39

La Magna Carta Confcommercio VdA per dare forza alla ripartenza

Dominidiato ‘chiediamo che il commercio sia tenuto in maggiore considerazione in quanto è un volano fondamentale dell'economia locale. Rappresentiamo circa il 65% del pil valdostano. Per noi le priorità sono: fisco più leggero, lotta all'abusivismo. I futuri amministratori dovranno avere maggiore condivisione con Confcommercio VdA che rappresenta migliaia di attività commerciali in Valle

da sn: Adriano Valieri, Direttore Generale Confcommercio VdA; Graziano Dominidiato e Giuseppe Sagaria, rispettivamente Presidente e vice presidente vicario Confcommercio VdA

da sn: Adriano Valieri, Direttore Generale Confcommercio VdA; Graziano Dominidiato e Giuseppe Sagaria, rispettivamente Presidente e vice presidente vicario Confcommercio VdA

Un lungo e articolato documento programmatico sarà presentato da Confcommercio VdA atutte le forze politiche e alle liste che parteciperanno alle elezioni regionali e comunali del 20 e 21 settembre.

Quella che può essere definita la ‘Carta per il Commercio 2020-2025’ è nata dalla constatazione, come ha spiegato Graziano Dominidiato, Presidente di Confcommercio VdA che l’ha presentata alla stampa e contiene suggestioni, considerazioni e proposte perridare ossigeno ad un settore che è la spina dorsale dell’economia valdostana.

“Stiamo vivendo sia come Comune di Aosta sia come Regione – ha sottolineato Dominidiato – una crisi grave e già prima del Covid eravamo in difficoltà. La chiusuradelle attività per due mesi e l’emergenza per il coronavirus ha generato nuoveproblematiche a numerose attività commerciali. Per questo motivo chiediamo che ilcommercio sia tenuto in maggiore considerazione, ben sapendo che è un volano fondamentale dell'economia valdostana e per tutti i comuni”.

Fisco più leggero e lotta all'abusivismo sono i due pilastri portanti del documentoprogrammatico di Confcommercio VdA e che “i futuri amministratori – ha sottolineatoDominidiato - dovranno impegnarsi a confrontarsi con maggiore condivisione conConfcommercio, che rappresenta migliaia di attività commerciali in Valle e per le qualiabbiamo già inoltrato richieste a Regione e Comuni che sono rimaste inascoltate. I tempi ora sono cambiati ed è fondamentale che siano applicate meno tasse ai commercianti e più incentivi a chi intende creare nuove realtà commerciali nei centristorici, che possono contribuire alla rinascita del turismo. Gli affitti in centro costano cari, la riduzione fiscale e i sostegni economici ai commercianti dei centri storici sonoimportanti".

I parcheggi sono un’ulteriore priorità da affrontare come ha spiegato Giuseppe Sagaria, Vice Presidente Vicario Confcommercio VdA e Presidente Ascom Aosta.

"Abbiamo grandistrutture fuori dal centro storico, ma chiediamo all'Amministrazione che da questiparcheggi coloro che non conoscono Aosta possano raggiungere facilmente il centrocittadino con servizi adeguati”. Poi la nota dolente sull’arredo urbano per il quale ha chiesto“più attenzione per favorire l’accoglienza a chi entra in città”.

Infine Leopoldo Gerbore, Responsabile Settore Ristorazione Confcommercio VdA (a destra nella foto) per il quale sono necessarie “regole chiare e uguali per tutti con medesimi obblighi percontrastare così concorrenze sleali”.

L’appello finale: “Mettiamoci tutti a un tavolo, associazioni di categorie professionalidiverse, e lavoriamo insieme per un solo obiettivo; la crescita economica e sociale dellanostra Valle”.

Files:
 Magna Carta Confcommercio Vd A 2020-2025 (381 kB)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore