/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 02 agosto 2020, 08:20

Gressan: In bilancio 665mila euro contro danni economici da Covid e per interventi in scuole

Il sindaco e alcuni consiglieri comunali in videoconferenza

Il sindaco e alcuni consiglieri comunali in videoconferenza

Massimo Fiabane, Stefano Porliod, Roberto Bonin ed Erika Guichardaz sono quattro assessori del Comune di Gressan che, insieme al consigliere di maggioranza Renzo Bionaz, non si ricandideranno alle elezioni comunali del prossimo 20 settembre. Nel corso del Consiglio comunale di venerdì 31 luglio, l'ultimo dell'attuale consiliatura, il sindaco di Gressan, Michel Martinet, ha ringraziato i colleghi consiglieri "che hanno lavorato per cinque anni a beneficio della comunità gressaen". L'Assemblea ha poi ratificato,  con l'astensione della minoranza, le deliberazioni di variazione di Bilancio adottata dalla Giunta comunale in via d’urgenza. In particolare, 30mila euro sono stati destinati all’incarico professionale per la messa in sicurezza degli edifici scolastici in vista della ripresa delle lezioni il 14 settembre. 

Approvata, sempre con l’astensione del gruppo di minoranza, una variazione al Bilancio di previsione 2020/2022 che pareggia sulla somma di 665.710 euro. Le principali entrate sono rappresentate dal 50% dell’extra-gettito Imu, e dai 150mila euro della legge regionale 9 del 2020. Figurano in entrata anche 22 mila euro dalla Regione per la messa in sicurezza degli edifici scolastici e 47mila da un contributo statale e regionale per i parchi gioco (di questi, 35mila euro saranno destinati per le scuole del capoluogo, 10mila euro a Chevrot). Le risorse copriranno le spese derivanti dalla riduzione dell’Imu e della Tari per coloro che hanno subito le conseguenze economiche dell’emergenza Covid-19, nonchè interventi sulle scuole e manutenzioni di vario genere. 

Sono stati quindi approvati all’unanimità le tariffe Tari 2020 e le misure agevolative per le categorie di utenza non domestica che sono state costrette a sospendere l’attività o ad esercitarla in forma ridotta a causa dell’emergenza Covid-19. Nel periodo di lockdown, i costi dello smaltimento dei rifiuti sono aumentati, raggiungendo la somma di 330mila euro a livello di Unité des Communes Mont Emilius. Ciò nonostante è stato possibile individuare tre fasce di operatori economici alle quali attribuire uno sgravio tariffario. La minoranza ha apprezzato che siano state recepite alcune proprie suggestioni al riguardo, conseguentemente ha votato a favore della determinazione. 

La variante al Piano regolatore, relativa all’approvazione del progetto preliminare per la realizzazione un nuovo parcheggio in località Les Fleur, è stata approvata con il voto contrario dell’opposizione.  Adottata infine, all’unanimità, la variante concernente l’adeguamento della classificazione dei fabbricati storici in località Ronc, che consentirà ai proprietari di accedere alle agevolazioni statali per le ristrutturazioni, dalle quali sarebbero altrimenti esclusi. Ha chiuso i lavori l’approvazione unanime della convenzione per la gestione del percorso ciclo-pedonale dell’Unité Mont-Émilius.

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore