/ I consigli di nonna Luisa

I consigli di nonna Luisa | 21 luglio 2020, 07:00

Usura dello sterzo: come riconoscere i principali sintomi

Usura dello sterzo: come riconoscere i principali sintomi

Quando si parla di auto, bisogna mettere in evidenza come l’impianto sterzante si possa considerare come uno dei comandi fondamentali per chi è alla guida. Un meccanismo fondamentale, ma che viene fin troppo di frequente sottovalutato: eppure, tramite tale sistema, la forza passa dal volante fino alle ruote, in maniera tale da garantire la corretta direzione del veicolo, permettendo proprio di sterzare da una parte all’altra.

Soprattutto nelle auto moderne su cui possiamo fare affidamento al giorno d’oggi, si tratta di un movimento che può sembrare anche banale da tanto è naturale, eppure in realtà si caratterizza per un alto livello di complessità. Il più delle volte, però, ci si accorge di tale peculiarità solamente quando l’impianto sterzante subisce un danneggiamento e, in quel caso, sono davvero dolori, anche dal punto di vista economico.

Nel corso degli ultimi anni, però, sono emerse sul web diverse piattaforme che si occupano di ricambi, che offrono la possibilità di trovare anche i vari componenti dello sterzo a dei prezzi interessanti e vantaggiosi. Un ottimo esempio in tal senso è rappresentato da Daparto.it, che offre una vasta gamma di ricambi per auto, con la possibilità di trovare il pezzo giusto per la propria vettura, risparmiando fino all’80%.

Come è composto l’impianto di sterzo

Questo sistema può contare sulla presenza di varie componenti meccaniche: si tratta del volante, degli snodi, della scatola di sterzo, del piantone e dei tiranti. Ciascuno di questi elementi che abbiamo appena citato può essere oggetto di specifiche problematiche, ma non è sempre detto che debbano essere cambiati tutti.

I sintomi di usura

Spesso e volentieri, si vorrebbe intervenire in ottica preventiva piuttosto che poi fare i conti con un danno molto costoso da sistemare. Ecco spiegato il motivo per cui può rappresentare un vantaggio conoscere i principali sintomi legati all’usura. Uno di quelli più facili da rilevare è chiaramente lo sterzo che diventa particolarmente duro all’improvviso.

In modo particolare, capita di notare tale cambiamento nel corso della guida. Il primo passo, nella maggior parte dei casi, è quello di verificare che la pressione delle gomme sia quella corretta: spesso, infatti, in tali situazioni la responsabilità è degli pneumatici, che potrebbero avere una pressione più bassa rispetto agli standard previsti. In questi casi, però, bisogna evidenziare come non ci siano solamente difficoltà nello sterzare l’auto, ma si dovrebbe riscontrare anche un incremento del consumo di carburante.

Passiamo ad altri sintomi particolarmente facili da individuare, che potrebbero far pensare ad un problema con l’impianto di sterzo. Il primo è rappresentato da un rumore metallico piuttosto fastidioso: nello specifico, tale rumore non usuale insorge spesso durante il passaggio sopra dei dossi oppure sopra delle buche.

Il caso più difficile da risolvere è sicuramente quello del volante caratterizzato da importanti vibrazioni. Il primo passo dovrebbe essere sempre quello di verificare le condizioni della scatola di sterzo, dato che è la propria incolumità ad essere a rischio. Meglio non circolare su strada e rivolgersi immediatamente ad un meccanico specializzato. Infine, le perdite d’olio, possono far pensare a problematiche correlate con l’impianto di sterzo.


Ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore