/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 18 luglio 2020, 09:42

Nus ricorda l'eccidio di 11 partigiani 'fils du pays'

Nus ricorda l'eccidio di 11 partigiani 'fils du pays'

Ricorre oggi sabato 18 luglio la commemorazione annuale della fucilazione di undici partigiani da parte dei nazifascisti, avvenuta al crocevia tra Nus e Fénis. L'eccidio degli undici prigionieri portati dalle carceri di Torino fu una ritorsione alla morte di un ufficiale tedesco in un’azione partigiana.

Una corona sarà deposta alla lapide che riporta il nome dei caduti nel cimitero di Nus, domenica 19 luglio, alle ore 18,10, con la benedizione del parroco.

Il monumento in loro suffragio è rientrato nella zona cantiere all’ingresso est di Nus e non è accessibile: dovrà essere oggetto di sistemazione assieme al resto dell’area. Considerate le ristrezze sanitarie ancora vigenti per il Covid-19 e che limitano necessariamente l'organizzazione della consueta manifestazione, l’Anpi e il Comune di Nus hanno convenuto di onorare il tragico anniversario pubblicando sul sito istituzionale un testo dedicato a quel periodo storico che ha segnato il territorio e la Valle. S’intitola 'Nus tra guerra e resistenza' ed è quindi ora accessibile a tutti, nonostante siano esaurite le ristampe cartacee.

"Riteniamo che la memoria appartenga alla comunità intera -  commenta il sindaco di Nus, Camillo Rosset - e che ogni atto per sviluppare la semplice 'notizia' sia parte di quella elaborazione che la trasforma in 'memoria', intesa come parte di noi stessi, che ci aiuterà nelle scelte future e nel valutarne le conseguenze".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore