/ ISTRUZIONE E FORMAZIONE

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | 15 luglio 2020, 15:26

Censis conferma primato UniVdA per la triennale di lingue

Per il quinto anno consecutivo la classifica del Censis 2020-2021 (pubblicata sul sito https://www.censis.it/) sulla qualità della didattica conferma al primo posto nell’ambito linguistico tra gli atenei non statali il Corso di laurea in Lingue e comunicazione per l’impresa e il turismo con 104/110 punti

Maria GRazia Monaci

Maria GRazia Monaci

Si tratta di un risultato lusinghiero rispetto alla seconda e alla terza università in classifica, rispettivamente, l’Università degli studi internazionali di Roma con 99 punti e l’Università Cattolica di Milano con 95 punti.

La valutazione generale dell’offerta formativa dell’Ateneo, riportata nella sezione atenei non statali di piccole dimensioni, registra anche quest’anno buoni risultati e in crescita per i parametri relativi alle borse di studio (96/110 – passando dal quarto al secondo posto) e all’internazionalizzazione (97/110 – mantenendo il terzo posto in classifica) forte della possibilità di percorsi di Doppio Diploma e di molteplici accordi e convenzioni con atenei internazionali proposti dall’Università della Valle d’Aosta.

Sul segmento dei bienni magistrali, ottiene un buon posizionamento la magistrale in Lingue e culture per la promozione delle aree montane, che per il primo anno rientra nell’indagine, con un punteggio di 79/110 subito dopo Università Cattolica e IULM.

Rimangono, infine, pressoché invariati – con piccole oscillazioni in aumento o diminuzione - i punteggi degli indicatori didattici degli altri corsi di laurea triennale offerti dall’ateneo valdostano (Scienze dell’economia e della gestione aziendale, Scienze e tecniche psicologiche e Scienze politiche e delle relazioni internazionali) valutati sulla base dellaprogressione di carriera e dei rapporti internazionali.

"Siamo molto soddisfatti dei risultati che emergono dall’indagine Censis – spiega la Rettrice prof.ssa Mariagrazia Monaci – che confermano anche per quest’anno la buona vitalità dell’Università della Valle d’Aosta cui hanno contribuito il lavoro e l’impegno di tutta la squadra Univda”.

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore