/ ECONOMIA

ECONOMIA | 06 luglio 2020, 11:54

Uil e UilTucs, 'stop alla gestione oligarchica dell'Aps di Aosta'

Una riunione all'Aps (immagine di archivio)

Una riunione all'Aps (immagine di archivio)

"Il rinnovo dei Contratti, l’inquadramento professionale, l’organizzazione del lavoro,
la modifica degli orari di lavoro ed altro concernente le relazioni sindacali dei dipendenti dell'Azienda di pubblici servizi-Aps sono appannaggio esclusivo del Consiglio di amministrazione dell'Azienda stessa". Lo sostengono in una nota Ramira Bizzotto e Raffaele Statti, rispettivamente segretaria generale Uil VdA e segretario regionale UilTucs. Secondo i sindacalisti Uil, inoltre, "le richieste d’incontro ai vertici Aps rimangono inevase ad eccezione degli incontri formali a cui non è possibile derogare".

Per Bizzotto e Statti "gli effetti di questa politica aziendale sono ad esempio la chiusura della Farmacia 2, di corso Ivrea ad Aosta, per il periodo previsto dal 6 al 26 luglio mentre la Farmacia 1 in corso Battaglione rischia la chiusura per due settimane".
Inoltre "le nomine del Consiglio di Amministrazione dell’Aps sono decise dal Comune di Aosta che dovrebbero preservare per i nominati condizioni di competenza
manageriale, il rispetto degli orientamenti dettati dall’Amministrazione Comunale,
ma soprattutto l’autonomia gestionale che non significa, come nello specifico,
prevaricazione decisionale a discapito delle maestranze e della stessa Azienda".
Per la Uil "la scarsa sensibilità dei dirigenti dell’Aps per le richieste sindacali è
controbilanciata dall’attivismo degli stessi nell’attribuzione di compensi non dovuti,
come è apparso sugli organi di stampa e dalle interrogazioni presentate da alcuni
Consiglieri comunali".
Secondo i vertici sindacali "tale situazione meriterebbe un approfondimento serio e puntuale da parte dei soggetti interessati, in primis il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz, il quale però alle iniziative intraprese dal sindacato in questi ultimi tempi non sembra particolarmente interessato".
La Uil e la UilTucs, "al fine di tutelare i Lavoratori, tenendo conto delle loro
rimostranze, metterà in atto tutte le azioni utili per approfondire e trovare soluzioni
alle problematiche sopra esposte".

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore