/ CULTURA

CULTURA | 06 luglio 2020, 12:05

Gressan: Riapre a Maison Gargantua la mostra 'Il pianto della terra' di Barbara Tutino

Gressan: Riapre a Maison Gargantua la mostra 'Il pianto della terra' di Barbara Tutino

Inaugurata lo scorso 6 marzo a Maison Gargantua di Gressan, museo etnografico nel cuore del borgo di Moline, la mostra 'Il pianto della terra' di Barbara Tutino fu chiusa al pubblico dopo solo un giorno di apertura per l’emergenza sanitaria Covid-19. A distanza quindi di quattro mesi, per la disponibilità dell’artista, l'esposisizione sarà nuovamente visitabile dal 10 luglio fino al 14 agosto, nei giorni venerdì e sabato dalle 17 alle 19.  

Quasi come una profezia, non poteva esserci momento migliore in cui lanciare un grido di allarme e non possono esserci parole più adatte di quelle scritte dalla pittrice di Cogne nella presentazione del catalogo della mostra per descrivere questa sofferenza: "Il mio omaggio al Pianto della Terra, non supera dodici metri nel suo sviluppo complessivo, è dipinto su lamiera zincata, un materiale vivo perché stride e risuona appena percosso. Non è un lavoro visionario, né metaforico, ma fedelmente realistico perché a questa corrente della pittura, io sono intimamente vincolata. Descrive, come nei celebri esempi citati, i più frequenti fenomeni climatici estremi, che da sempre hanno suscitato timore e meraviglia nell’Umanità, sospesi sulla sua vita terrena come un monito, per ricordare all’Uomo la sua impermanenza e la vacuità del suo ridicolo orgoglio.”  

Oltre all’esposizione sono previsti diversi momenti di incontro, nel rispetto delle misure sanitarie vigenti, per valorizzare la mostra e far conoscere la sede espositiva: Barbara Tutino donerà al Comune di Gressan un dipinto per impreziosire la piccola esposizione permanente della Rebatta;  alcune attrici della compagnia teatrale Palinodie eseguiranno una performance di lettura di brani ispirati alla mostra; Gaetano Lo Presti, Denis Lanaro e Rémy Boniface presenteranno, con il coinvolgimento e la partecipazione di Barbara Tutino, il brano 'Se ne vanno', prodotto durante il lockdown e scritto da Gaetano Lo Presti sull’onda emotiva della strage degli anziani senza la possibilità di poterli salutare un’ultima volta. 

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore